rotate-mobile
Attualità

Sciopero generale per la Palestina: i servizi a rischio a Bologna

Proclamato da SI Cobas e altre single sindacali di base, per "un immediato cessate il fuoco"

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Sciopero venerdì 23 febbraio, proclamato da SI Cobas, con l'adesione di altre single sindacali di base, per "un immediato cessate il fuoco - a Gaza -, la fine dell’occupazione coloniale e per denunciare la complicità e del governo italiano, di quelli statunitense ed europei in questi vergognosi crimini contro l’umanità". 

A rischio i settori pubblici e privati per l'intera giornata. Il fermo non dovrebbe interessare i trasporti.  

Hera: garantite le prestazioni minime

Il Gruppo Hera informa che potrebbero verificarsi disagi nello svolgimento di tutti i servizi gestiti dalla Multiutility, compresi call center e sportelli commerciali. Saranno garantite le prestazioni minime, assicurate per legge, e che al termine dello sciopero i servizi torneranno alla normale operatività.

Comune 

Si potranno verificare disagi nell'erogazione dei servizi.

L’effettuazione dello sciopero comporterà il rispetto degli accordi sulle norme di garanzia per il funzionamento dei servizi pubblici essenziali sottoscritti tra l’Amministrazione comunale e le organizzazioni sindacali.

Notizia in aggiornamento 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale per la Palestina: i servizi a rischio a Bologna

BolognaToday è in caricamento