Attualità

I tortellini e il merletto ad ago ottengono il marchio per la valorizzazione di prodotti e attività tradizionali

Alla base del riconoscimento la consapevolezza che nessuna ricetta rappresenta Bologna quanto il tortellino e che la produzione dei merletti dell’Aemilia Ars rappresenta un patrimonio culturale

Bologna ha i suoi primi riconoscimenti De.Co, il marchio per la valorizzazione di prodotti e attività tradizionali del suo territorio. Si tratta del tortellino e del merletto ad ago con tecnica Aemilia Ars. Come si legge in una nota di Palazzo d'Accursio, il Regolamento per la tutela e valorizzazione dei saperi, attività e produzioni agroalimentari fissa iter e procedure per il riconoscimento delle Denominazioni Comunali e istituisce un doppio registro: uno contenente la lista delle denominazioni e uno per gli eventi, sagre e manifestazioni riguardanti le attività e le produzioni meritevoli di supporto in virtù delle loro caratteristiche e dell'interesse culturale.

In seguito all’esame della commissione di esperti che valuta le domande, la Giunta ha approvato l’iscrizione nel Registro della De.Co. Bologna del tortellino come prodotto enogastronomico e del merletto ad ago con tecnica Aemilia Ars come sapere tradizionale. La Giunta ha deliberato inoltre l’iscrizione nel Registro dell'associazione "Il Merletto di Bologna", per l’utilizzo della tecnica Aemilia Ars del merletto ad ago e dell'associazione "Tour-tlen" per l'attività di promozione del tortellino e del Festival del tortellino come evento tipico.

Alla base del riconoscimento la consapevolezza che nessuna ricetta rappresenta Bologna quanto il tortellino e che la produzione dei merletti dell’Aemilia Ars, fondata nel 1898 a Bologna - si legge nella nota - per promuovere la riqualificazione estetica e lo sviluppo produttivo delle arti decorative, rappresenta un patrimonio culturale attivo ancora oggi. Il marchio De.Co. è uno strumento per legare le produzioni al territorio e dare riconoscibilità alle tipicità locali.
Aziende del territorio, produttori, ristoratori e artigiani o i promotori dei saperi e degli eventi tipici bolognesi, possono inoltrare domanda del marchio De.co. per entrare a far parte di una rete di organizzazioni e imprese tradizionali.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tortellini e il merletto ad ago ottengono il marchio per la valorizzazione di prodotti e attività tradizionali

BolognaToday è in caricamento