Lunedì, 15 Luglio 2024

Pienone di turisti per il Tour De France. A Bologna soddisfazione (e qualche criticità) | VIDEO VOX

Tanto entusiasmo per l'evento ciclistico ma meno gente del previsto secondo gli alberghi: "Troppo caldo e strade chiuse". In concomitanza con la tappa anche la protesta della Polizia Locale

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Bologna si tinge di giallo per il Tour De France. Oltre 100.000 persone provenienti da tutta Europa si sono riunite lungo le strade di Bologna e in Piazza VII Agosto per accogliere i ciclisti, in un'atmosfera elettrizzante e festosa. Bar e ristoranti erano affollatissimi di clienti e tifosi che hanno animato le strade con bandiere e cartelloni in una moltitudine di lingue diverse. Alla riuscita dell'evento - che per 40 minuti ha reso protagonista Bologna nel mondo  ed è stato trasmesso in 190 Paesi - hanno lavorato oltre 4mila  persone tra staff logistico e giornalisti, 2.300 veicoli (di cui sette elicotteri e tre aerei per il segnale tv e radio), oltre a 600 membri dello staff tecnico delle squadre.

Non tutti i bolognesi sono stati soddisfatti

Tuttavia, alcuni sono rimasti delusi dalla giornata di oggi. Gli albergatori, infatti, non hanno registrato un significativo aumento delle prenotazioni, contrario alle loro aspettative.

Anche i tassisti hanno manifestato il loro malcontento a causa delle numerose chiusure stradali, che hanno complicato la loro attività quotidiana. 

L'attesa del Tour in piazza VIII Agosto a Bologna

La protesta della Polizia Locale

Qualche problema nella gestione del Tour de France sono state causate dello sciopero a cui ha aderito il personale della Polizia Locale. La Questura di Bologna e il compartimento della Polizia Stradale Emilia-Romagna hanno ulteriormente rimodulato i servizi, fornendo il personale necessario per coprire anche i punti critici lasciati scoperti dalla Polizia Locale di Bologna.In particolare, la Polizia Stradale ha fornito 8 motociclisti e 3 equipaggi che hanno preceduto il gruppo dei ciclisti in modo da coprire eventuali zone scoperte.

La posizione del Sindacato Generale di Base

Sul punto è intervenuto anche il Sindacato Generale di Base. "Si è arrivati a questo perchè la Giunta Lepore ha deciso di non convocare mai i sindacati che ormai rappresentano la  maggioranza dei lavoratori - si legge in una nota - . Ricordiamo il recente accordo sindacale rigettato dalla maggioranza delle lavoratrici e dei lavoratori in un appositi referendum e dalle alte adesioni agli scioperi precedenti. Inoltre lo sciopero odierno fa carta straccia dell’ultimo accordo di intenti prodotto in un incontro “clandestino” con i soli sindacati che si opponevano allo sciopero medesimo e pubblicizzato alla stampa dal Sindaco tre giorni fa. Oggi la percentuale di sciopero è talmente alta che ci auguriamo che il sindaco, la capo di gabinetto, il Comandante, l'assessore Bugani ed il Direttore Generale si facciano un bagno di umiltà e decidano di convocarci magari utilizzando quel protocollo sulle relazioni sindacali territoriali che non si capisce perché abbia unilateralmente deciso di non applicare". L'auspicio è che da Palazzo d'Accursio venga convocato un incontro nelle prossime ore. 

L'intervento del capogruppo della Lega Matteo Di Benedetto

Anche le opposizioni hanno cavalcato la protesta, con il capogruppo della Lega, Matteo Di Benedetto che sottolinea come “lo sciopero della polizia locale di Bologna si sia fatto notare, soprattutto nei numeri. Ora è tempo che Lepore si sieda al tavolo e ascolti le istanze degli agenti di Bologna - aggiunge -  la situazione non può continuare in questo modo”.

I ringraziamenti del Comune

Il Comune di Bologna "ha ringraziato tutte le persone e le istituzioni impegnate in questi giorni, e oggi in particolare, che con il loro lavoro hanno contribuito al grande successo della tappa bolognese del Tour de France che ha visto circa 100mila persone in strada. Un grazie dunque ai volontari e alle volontarie, a tutto il personale del Comune di Bologna, agli operatori e alle operatrici della Polizia locale, del 118 e di tutte le forze dell’ordine". Per quanto riguarda lo sciopero della Polizia locale indetto per oggi "si rende noto che hanno aderito 159 persone su 258 previste in servizio, escluso il turno serale che deve ancora essere conteggiato", fanno sapere da Palazzo d'Accursio e "grazie anche alla collaborazione con le altre istituzioni impegnate, non si sono registrati disservizi".

La centrale operativa 118

L'impegno della Centra Operativa 118 Emilia Est

Anche l’impegno della Centrale Operativa 118 è stato imponente per garantire i soccorsi e la sicurezza dell'evento. La Centrale Operativa 118 Emilia Est, grazie alla collaborazione dell'Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, del Comitato di Bologna della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile comunale è riuscita ad organizzare in poco tempo l'assistenza sanitaria per il pubblico lungo tutto il percorso con un operatore dedicato, due coordinatori, due referenti dislocati sul territorio, due referenti dislocati nella control room nella unità di crisi presso la Questura di Bologna. È stato anche allestito un posto medico avanzato in Piazza VIII Agosto messo a disposizione dalla Protezione Civile Comunale. Erano presenti anche 4 ambulanze dislocate in punti strategici, di cui due del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, un ambulatorio mobile messo a disposizione dal Comitato di Bologna della Croce Rossa Italiana, 2 automediche, 5 postazioni di personale appiedato in punti strategici,   2 squadre di biciclette sanitarie 118 e ANPAS, per un totale di 7 Infermieri 118 Ausl Bologna di cui 4 referenti, 2 coordinatori di CO118, 2 medici, 25 volontari soccorritori.

In tutto, sono 18 gli spettatori soccorsi e gestiti dai mezzi dedicati all'evento, di cui 7 gestiti in piazza VIII Agosto dal posto medico avanzato, 5 ricoverati all'ospedale Maggiore e i restanti gestiti dai mezzi di soccorso presenti nei vari punti allestiti in città.

118-8

I ringraziamenti del dg della Ausl Paolo Bordon

"Ringrazio tutti i professionisti della Centrale Operativa 118 Emilia Est e tutti i volontari che, con la consueta professionalità e dedizione consentono a manifestazioni di carattere locale ed extranazionale come il tour de France  di essere svolte nella massima sicurezza per chi partecipa, così come per i turisti e i cittadini. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile questa festa che sono certo rappresenti la gratitudine dell'intera comunità bolognese". Così ha commentato al termine dell'evento Paolo Bordon, Direttore generale dell'Ausl di Bologna.

Video popolari

BolognaToday è in caricamento