Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

Patrick Zaki: la sagoma dello studente in un 'Presepe d’autore'

A Villa Arrivabene a Firenze collocata la sagoma dello studente, arrestato lo scorso febbraio in Egitto

La sagoma di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna arrestato lo scorso febbraio a il Cairo, è stata collocata in un Presepe d'autore: è questo l’omaggio che il Quartiere 2 a Firenze ha voluto dedicare al giovane insieme agli artisti del Gruppo Donatello nel “Presepe d'autore” ,  inaugurato a Villa Arrivabene. 

“Il nostro vuole essere un pensiero e un augurio perché Patrick possa tornare libero subito, e speriamo che questo possa avvenire presto”. Così il presidente del Quartiere 2, Michele Pierguidi. 

“Insieme agli artisti del Gruppo Donatello, che hanno realizzato l’immagine, abbiamo voluto – ha spiegato Pierguidi – dedicare a Patrick questo omaggio sperando che la difficile situazione sua e degli altri dissidenti possa risolversi al più presto nel migliore dei modi”. La sagoma di Zaki è una reinterpretazione artistica della sagoma già utilizzata da Amnesty International nella campagna per la liberazione dello studente egiziano. 

Il presepe di Villa Arrivabene, sede del Quartiere 2, da sei anni è realizzato con grandi sagome di legno dipinte dagli artisti del Gruppo Donatello, associazione d'artisti fondata a Firenze nel 1949. Tra i personaggi, oltre alle classiche immagini del Presepe, anche le immagini dei cittadini del quartiere, professionisti, commercianti e artigiani. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrick Zaki: la sagoma dello studente in un 'Presepe d’autore'

BolognaToday è in caricamento