menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zanichelli editore colora di Street Art la sede di via Irnerio

La casa editrice ha affidato al celebre urban artist Giorgio Bartocci il progetto di pittura site-specific su alcune vetrine e saracinesche della sede

Particolare iniziativa quella della casa editrice Zanichelli, che ha affidato al celebre urban artist Giorgio Bartocci il progetto di pittura site-specific su alcune vetrine e saracinesche della sede al civico 28 di via Irnerio.

Come spiega una nota, l’artista che vive a Milano, ha realizzato numerosi progetti di visual-design, esposizioni e live-performance così come importanti commissioni per enti privati e istituzioni pubbliche in varie città italiane e internazionali come Bologna, Roma, Milano, Parigi, Berlino, Vienna.

"Diviso tra urban-art e product-design, Bartocci, esplora il complesso rapporto tra l'uomo e il territorio in cui abita. Sempre impegnato nella sua interazione figurativa tra le complesse strutture urbane e i loro contesti sociali, su pareti e tele, ricrea una simbolica sintesi delle surreali routine da 'modernità liquida' che ci circondano -si legge -  Ora il suo stile suggestivo e i suoi soggetti potranno essere ammirati in via Irnerio, sulle vetrate e sulle saracinesche della sede della casa editrice Zanichelli. Il titolo del progetto è “Riflessi Mimetici”, una definizione aperta e ossimorica che allude a una controllata ricerca sulla “riflessione” intesa come specchiatura e compresenza di elementi interni ed esterni all’opera. La temporanea inclusione nella pittura dell’immagine di coloro che transitano sotto i portici di Bologna, i magnifici tunnel metropolitani che contraddistinguono la città rendendola inconfondibile, è quindi uno degli elementi principali del progetto. Un mimetico riflettente non esiste: questo viaggio nella pittura esplora quindi l’annullamento della mimetica (nel suo significato corrente di camouflage) in una sintesi di movimento e fugacità ottenuta mediante sovrapposizioni di tratti primordiali e fluidi che adattano un concetto primitivo di pittura al contesto contemporaneo".

L’opera si è sviluppata attraverso un dialogo serrato con i dipendenti dell’Azienda (a cui è riservato un punto di vista esclusivo dell’opera dall’interno degli uffici in cui lavorano) e studi architettonici sulla sede della Casa editrice Zanichelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento