Sant'Orsola: nasce la 'teen room' per lo svago dei giovani ricoverati nel reparto di oncoematologia pediatrica

Un progetto pensato dai ragazzi e possibile grazie ad Ageop e la direzione generale

Uno spazio dove rilassarsi in 'santa pace', tra amici e senza i genitori, senza doversi adattare alle attività pensate per i bambini, staccando così  dalle difficoltà delle terapie in ospale. E' questa la  'teen room', la nuova area dedicata  agli adolescenti ricoverati nel reparto di oncoematologia pediatrica del Policlinico Sant'Orsola di Bologna, inaugurata oggi.

Un'idea nata proprio dai ragazzi , realizzata grazie all'aiuto di Ageop e alla direzione generale del Policlinico, che ha sposato il progetto. Con la campagna "Lotto anch'io 2019" Ageop ha raccolto 80.416 euro, usati per finanziare il progetto.

All'interno della stanza ci sono divanetti, tavoli, un computer, console per i videogiochi, una tastiera per suonare e scaffali pieni di fumetti e giochi di societaà. "Non è  facile ritagliare nuovi spazi in strutture come queste- sottolinea il numero uno di Pediatria, Andrea Pession alla Dire - ma è stato fatto un bel lavoro. Non è solo una stanza, è uno spazio dove avranno la loro privacy".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nicoletta Mantovani sposa il suo Alberto: "Matrimonio a Bologna, in una chiesa speciale per me"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, aumento contagi: +41, a Bologna 12

  • Schianto in tangenziale tra camion e auto: morto vigile del fuoco

  • Tir fermo in autostrada, camionista trovato morto

  • Coronavirus, direttore Microbiologia Sant'Orsola: "Virus muta, autunno incerto"

  • Incidente stradale, esce di strada e si schianta contro la recinzione: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento