Defibrillatori per impianti pubblici: click day il 24 ottobre

Nuovo bando della Regione destinato a chi gestisce impianti pubblici: attenzione alla scadenza

Cento defibrillatori per le società sportive che gestiscono impianti pubblici, grazie al nuovo bando della Regione da 100mila euro: click day giovedì 24 ottobre. 

La Regione infatti, ha approvato un bando per l’assegnazione dei fondi alle società sportive che gestiscono impianti sportivi pubblici. E attenzione alla data per concorrere alla assegnazione: click day il prossimo 24 ottobre

La dotazione finanziaria complessiva è di 100 mila euro per quest’anno. Ogni domanda finanziata riceverà un contributo di 1.000 euro, e dunque saranno in totale 100 i nuovi defibrillatori destinati ad altrettante strutture. Condizione necessaria per partecipare è che i progetti di società e associazioni debbano aver avuto inizio il 1^ ottobre scorso e concludersi entro quest’anno.

Si tratta del secondo bando regionale che dà applicazione alla legge sullo sport (L.R. 8/2017) e al Piano triennale 2018-2020 voluto sempre dalla Regione.

Come partecipare al bando

Il bando si svolge in modalità click day: le domande potranno cioè essere trasmesse all’indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) sportsalute@postacert.regione.emilia-romagna.it esclusivamente dalle ore 8 alle ore 18 di giovedì 24 ottobre 2019. Gli allegati per presentare la domanda sono scaricabili dal sito regionale dedicato allo Sport: https://www.regione.emilia-romagna.it/sport . Per informazioni: 051.5273198 – 051.5273103.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Maltempo: allagamenti e smottamenti, fiumi esondati e oltre 300 persone evacuate

  • Maltempo: massimi livelli di allerta a Budrio, Castel Maggiore e Malalbergo, salvata coppia

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • I Mercatini di Natale a Bologna: il calendario 2019

  • Truffa dei bancomat, continua il raggiro del 'finto accredito'

Torna su
BolognaToday è in caricamento