rotate-mobile
Salute

Parkinson: l'Istituto virtuale nazionale coordinato da Pietro Cortelli, direttore Operativo ISNB

L'istituto sarà pienamente operativo entro la prima metà del 2020

Parkinson: nasce l’Istituto Virtuale Nazionale coordinato da Pietro Cortelli, direttore Operativo dell’ISNB. Ben 16 istituti di eccellenza, 336 professionisti, oltre 10milapazienti in tutta Italia: questi sonno i numeri del nuovo Istituto Virtuale Nazionale,  network italiano dedicato alla diagnosi e cura del Parkinson.

Nato per condividere competenze, conoscenze e tecnologie d’avanguardia, l’Istituto Virtuale Nazionale del Parkinson è il secondo IVN di Italia. Il primo, attivo dallo scorso anno, è dedicato alle Demenze. Coordinato da Pietro Cortelli, Direttore Operativo dell’ISNB, l’Istituto Virtuale Nazionale del Parkinson sarà pienamente operativo entro la prima metà del 2020 e coinvolgerà un gruppo di lavoro composto da neurologi, fisiatri, neurochirurghi, gastroenterologi, neuropsicologi, psichiatri, nutrizionisti, farmacologi, infermieri, tecnici di laboratorio e tecnici di neurofisiopatologia.

Oltre all’Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna, partecipano all’Istituto Virtuale Nazionale del Parkinson: Fondazione Istituto Neurologico Carlo Besta Milano, Fondazione Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico Milano, Ospedale San Raffaele Milano, Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus  Milano-Firenze, Istituto Auxologico Italiano Milano, Istituto Clinico Humanitas - Rozzano, Istituti Clinici Scientifici Maugeri Pavia, Istituto Neurologico Casimiro Mondino Pavia, Fondazione Ospedale San Camillo Venezia, Ospedale Policlinico San Martino Genova, Fondazione Santa Lucia Roma, NEUROMED Istituto Neurologico Mediterraneo Roma, Centro Neurolesi Bonino Pulejo- Messina, IRCCS San Raffaele Pisana Roma, Policlinico Gemelli Roma.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parkinson: l'Istituto virtuale nazionale coordinato da Pietro Cortelli, direttore Operativo ISNB

BolognaToday è in caricamento