Coronavirus: quando è necessario indossare la mascherina

Operatori sanitari a parte, la mascherina serve solo in casi determinati e ben specifici

Dopo la conferma dell'arrivo del Coronavirus in Italia è partita la corsa all'acquisto di mascherine. E tanti si sono chiesti se sia necessario indossarla i questi giorni.  Operatori sanitari a parte, la mascherina serve solo in casi determinati e ben specifici. Il ministero della Salute dà a tal proposito informazioni chiare e semplici. Vediamole insieme.

Coronavirus, la mascherina serve solo in alcune (poche) situazioni

Per prevenire il rischio di infezione da nuovo coronavirus è prioritario curare l’igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie. L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda d:

  • indossare anche una mascherina solo se si sospetta di aver contratto il nuovo coronavirus e se si hanno sintomi quali tosse o starnuti
  •  è consigliabile  usare la mascherina se ci si prende cura di una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus. 
  • L'uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani.
  • Non è utile indossare più mascherine sovrapposte.

Inoltre, la mascherina non è necessaria per la popolazione generale in assenza di sintomi di malattie respiratorie. Lo ripetiamo: la mascherina non è necessaria per la popolazione generale in assenza di sintomi di malattie respiratorie

Come mettere correttamente la mascherina

Come devo mettere e togliere la mascherina? Ci sono indicazioni molto precise da seguire, altrimenti non serve a nulla o quasi indossarla. 

Ecco come fare se si decide di indossare la mascherina perché si sospetta di aver contratto il nuovo coronavirus e se si hanno sintomi quali tosse o starnuti:

  • prima di indossare la mascherina, lavati le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica
  • copri bocca e naso con la mascherina assicurandoti che aderisca bene al volto
  • evita di toccare la mascherina mentre la indossi, se la tocchi, lavati le mani
  • quando diventa umida, sostituiscila con una nuova e non riutilizzarla; infatti sono maschere mono-uso
  • togli la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina; gettala immediatamente in un sacchetto chiuso e lavati le mani.

Numeri verdi regionali attivi per l'emergenza Nuovo Coronavirus:

  • Campania: 800 90 96 99
  • Emilia-Romagna: 800 033 033
  • Friuli Venezia Giulia: 800 500 300
  • Lazio: 800 11 88 00
  • Lombardia: 800 89 45 45
  • Marche: 800 93 66 77
  • Piemonte: 800 333 444
  • Provincia autonoma di Trento: 800 86 73 88
  • Toscana: 800 55 60 60
  • Trentino Alto Adige: 800 751 751
  • Umbria: 800 63 63 63
  • Val d’Aosta: 800 122 121
  • Veneto: 800 46 23 40

Attenzione: 

Attualmente sembra che il nuovo coronavirus possa sopravvivere sulle superfici solo per alcune ore: per evitare il contagio di oggetti e superfici degli ambienti domestici è quindi sufficiente utilizzare dei semplici disinfettanti, come quelli a base di alcol o di candeggina. Se si passa molto tempo fuori casa, può essere utile anche portare sempre con sé delle salviette igienizzanti o munirsi di disinfettanti specifici

Ricorda che se presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie e hai viaggiato di recente in Cina o se sei stato in stretto contatto con una persona ritornata dalla Cina e affetta da malattia respiratoria devi contattare il numero gratuito 1500, istituito dal Ministero della Salute (anche il 112 in Lombardia) senza andare prima in ospedale o dal medico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

Torna su
BolognaToday è in caricamento