Pazienti oncologiche: al Centro Addarii del Sant’Orsola una linea telefonica dedicata

La linea telefonica sarà in grado di rispondere alle donne con neoplasia al seno o ginecologica

Un medico oncologo disponibile telefonicamente tutti i giorni dalle 8 alle 22, festivi compresi: è il progetto PRONTO (PRonta dispONibilità Telefonica Oncologica) , il nuovo servizio di consulenza telefonica dedicato alle pazienti con neoplasie mammarie e ginecologiche seguite dal centro Addarii. La linea telefonica - così some spiega una nota dell'Ausl - attiva in fase sperimentale per tre mesi, si avvale della consulenza di medici specialisti in grado di dare risposte o consigli alle pazienti seguite dal Day Service e dagli Ambulatori di Oncologia Medica Addarii - Zamagni anche al di fuori delle fasce orarie e dei giorni consueti. Un progetto voluto da Loto Onlus per supportare le pazienti oncologiche, soprattutto in periodo Covid, e che prende il via grazie alla sensibilità di Regione Emilia-Romagna e Policlinico S. Orsola.

La linea telefonica dedicata, presso il Centro Addarii del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, sarà in grado di rispondere alle donne con neoplasia al seno o ginecologica. “Questa linea telefonica vuole essere uno strumento in più per le pazienti che si devono confrontare con patologie oncologiche – spiega Claudio Zamagni, direttore dell’Oncologia Medica Addarii del Policlinico S. Orsola – si tratta di un punto di riferimento per domande o chiarimenti urgenti per i quali non si possa attendere la visita o l’accesso programmato presso il reparto. Il servizio nasce per aiutare ad affrontare con più consapevolezza e tranquillità dubbi e timori relativi alle cure e ai possibili effetti collaterali, grazie al confronto con l’équipe di medici oncologi della struttura”.

La proposta di istituire un numero telefonico dedicato alle neoplasie tipicamente femminili è arrivata dall’associazione bolognese Loto Onlus, che si occupa nello specifico di fornire sostegno alle donne che hanno sviluppato un tumore dell’ovaio, aiutando le pazienti e operando perché ci sia sempre più informazione su questa patologia che vede, a livello nazionale, circa 5.300 nuovi casi l’anno, di cui 400 in Emilia-Romagna. L’utilità di una linea telefonica dedicata è emersa da un questionario di valutazione realizzato dall’associazione Loto, a cui hanno risposto le pazienti del Day Hospital Oncologia Medica Addarii.

“Le donne sentivano il bisogno di essere rassicurate in caso di dubbi e incertezze nella gestione quotidiana della propria patologia – spiega Sandra Balboni, presidente Loto Onlus – e questo è un supporto concreto per aiutarle ad affrontare i timori sulle cure e gli effetti collaterali. Un aiuto che arriva direttamente dallo staff dell’Oncologia Medica Addarii – Zamagni che ringrazio di cuore perché fornisce una garanzia ulteriore: le donne che chiamano, infatti, sanno che a rispondere saranno i medici del reparto, quotidianamente a contatto con questo tipo di problematiche, estremamente specializzati e competenti”.

Il progetto PRONTO, nato dalla collaborazione tra Loto Onlus e il Policlinico S.Orsola, ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Lo dicono i dati"

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Festa di compleanno in casa, dopo mezzanotte arrivano i Carabinieri: 14 minorenni sanzionati

  • L'Emilia-Romagna "gialla" fra una settimana? L'indice di trasmissibilità deve restare inferiore a 1

  • Bollettino coronavirus oggi: a Bologna 104 nuovi contagi e ancora una vittima. Ricoveri in calo

  • Covid e restrizioni, Emilia-Romagna a rischio 'rosso scuro' per gli spostamenti Ue

Torna su
BolognaToday è in caricamento