Salute: ripartono la prenotazioni specialistiche non urgenti ed esami di laboratorio

Le circa 190.000 prestazioni ancora in attesa saranno riprogrammate entro luglio ed eseguite entro fine agosto

Da oggi, venerdì 29 maggio, riprende la possibilità di prenotare le prestazioni specialistiche non urgenti e gli esami di laboratorio. La disponibilità di visite ed esani in questa prima fase di riapertura sarà prevalentemente a carico del privato accreditato.

Nel periodo dell’emergenza sono state sempre garantite le prestazioni urgenti e sono state 250.000 le prestazioni sospese a Bologna e area metropolitana (esclusa Imola), di queste 60.000 sono state già recuperate. Le circa 190.000 prestazioni ancora in attesa saranno riprogrammate entro luglio ed eseguite entro fine agosto.

La modalità di accesso diretto continua ad essere sospesa compresa quella per i punti prelievi. Ai cittadini che hanno prestazioni programmate per giugno e per i mesi a seguire e prenotate prima del 9 marzo verrà garantita l’esecuzione.

Si ricorda che tutte le prestazioni urgenti continuano ad essere erogate.

Per evitare potenziali contatti di persona l’accesso al sistema CUP al momento avverrà o per via telematica attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico o per via telefonica chiamando il numero 800 88 48 88.

Per garantire la massima sicurezza per i pazienti e per gli operatori sanitari è stato necessario mettere in atto nuove misure organizzative e igienico sanitarie per la prevenzione del contagio, rimodulando gli spazi ambulatoriali, ridefinendo percorsi in sicurezza e adeguati spazi di distanziamento, modificando la durata delle visite per la sanificazione degli ambienti tra un paziente e l’altro, consolidando l’attività dei check point all’ingresso delle strutture.

Sono state messe a punto modalità per monitorare lo stato di salute del paziente attraverso strumenti quali la telemedicina o la videochiamata che saranno inizialmente sperimentate con le prestazioni Chirurgia Generale, Neurologia, Endocrinologia, Diabetologia e Reumatologia.  

Verranno potenziati anche i percorsi di presa in carico che prevedono un maggiore confronto tra Medico di Medicina Generale e Medico Specialista così da fornire una risposta più completa ed esauriente ai bisogni di salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Divieto spostamenti Natale, Bonaccini: "Rischia di isolare chi vive in un piccolo comune"

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Covid, a Natale tutte le regioni in zona gialla? Bonaccini: "Aprire anche bar e ristoranti"

  • Dad e rendimento scolastico, il prof del Fermi: "E' dura, ma i vincenti trovano la via e non le scuse"

  • Ozzano, incendio in un appartamento: morta una donna

Torna su
BolognaToday è in caricamento