Calderara: il Comune dona saturimetri a chi è positivo al Covid e in isolamento domiciliare

L’Amministrazione vicina ai cittadini nella lotta al Covid: saturimetri gratis per i positivi in isolamento domiciliare

Il sindaco Giampiero Falzone

Saranno 100 i saturimetri che arriveranno tra qualche giorno alle famiglie di Calderara di Reno,  dove sono presenti una o più persone positive al Covid-19. Ad annunciarlo è l’amministrazione comunale attraverso una nota,  spiegando che che ha acquistato gli apparecchi che saranno distribuiti a domicilio grazie ai volontari della Protezione Civile e di Percorsi Sicuri.

"Si tratta di uno strumento molto utile per il monitoraggio che le persone positive al coronavirus possono fare - si legge - direttamente in casa, di un parametro fondamentale, il livello di ossigenazione del flusso sanguigno, e quindi valutare in modo tempestivo, con il proprio medico, l’eventuale insorgere di una compromissione della capacità respiratoria, ancora prima che si manifesti la relativa sintomatologia. Un'iniziativa che l’amministrazione, anche alla luce degli ultimi protocolli medici relativi alla cura a domicilio dei pazienti Covid, produce in coerenza con le azioni messe in campo dall’inizio dell’emergenza".

 “Vogliamo dare un segno di vicinanza ai cittadini che in questo momento combattono il virus al proprio domicilio - commenta il sindaco Giampiero Falzone - Il  saturimetro è un ausilio importante, riteniamo che farlo avere a chi sta gestendo il decorso dell'infezione a casa, in un momento in cui è anche difficile reperirlo sul mercato, possa, da una parte, tranquillizzare le persone, dall'altra aiutarle a superare la malattia, cosa che ci auguriamo avvenga al più presto.”

I destinatari dell’iniziativa nei prossimi giorni verranno avvisati dagli uffici comunali del passaggio degli operatori per la consegna dell’apparecchio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Scatta oggi la nuova ordinanza: le restrizioni si allentano, cambiano le regole del commercio

Torna su
BolognaToday è in caricamento