Ottobre mese della prevenzione contro il cancro al seno: visite gratis grazie a Lilt

Tutte le informazioni utili per lo screening

A Bologna torna il mese 'rosa' per la prevenzione del tumore al seno, con alcune testimonial d'eccezione. A sostenere l'importanza di fare visite e controlli periodici fin dalla giovane età sono la soprano russa Anastasiya Snyatovskaya e Irene Labanti, dirigente della squadra di football americano femminile Underdogs, così come riporta la Dire. Le due ragazze ci hanno messo la faccia partecipando alla conferenza stampa di presentazione della campagna 'Nastro rosa' della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt). Da oltre 28 anni infatti, Lilt è impegnata nella promozione di buone pratiche per prevenire l'insorgenza di tumori al seno e, ormai da tempo, ottobre è il mese della prevenzione. E lo sarà anche quest'anno, nonostante il fatto che gli eventi di solito organizzati saranno ridimensionati a causa dell'emergenza coronavirus.

In ogni caso, anche quest'anno sarà possibile prenotare la propria visita senologica gratuita, che sarà fatta all'ambulatorio Lilt Bologna in via Turati. La visita si rivolge a tutte le giovani donne tra i 20 e i 44 anni di età, non coperte da screening regionale. Per prenotarsi basta chiamare il numero 334-3488204 dal 2 al 31 ottobre, dalle 10 alle 12.

Il claim di quest'anno è 'E' ora di prenderti cura di te' per "sollecitare una presa di consapevolezza e di responsabilità di ognuno di noi verso la nostra salute", dice Domenico Francesco Rivelli, presidente di Lilt Bologna. Lo segue l'assessore comunale alla Sanitaà, Giuliano Barigazzi, secondo il quale "la salute è anche una questione sociale". Prendersi cura di se' infatti non "è un fattore individuale bensì collettivo, e queste iniziative promuovo anche gli altri ad aumentare la consapevolezza" sul tema, aggiunge Barigazzi. Il cancro "è la malattia del nostro secolo e per questo dobbiamo fare la nostra parte, iniziando a fare prevenzione il piu' presto possibile", dice Snyatovskaya sostenendo la campagna di prevenzione lanciata da Lilt. "Non possiamo cambiare il corso degli eventi ma possiamo rilevare il problema nella sua prima fase", aggiunge la soprano, riferendosi al fatto che, oggi piu' che mai, siamo costantemente sottoposti a radiazioni per via dell'uso eccessivo della tecnologia. Forse, Snyatovskaya prenderà parte anche alla 'cena in rosa' in programma al ristorante Donatello a Bologna, il 28 ottobre.

"Accogliamo sempre con piacere Lilt e i suoi referenti perche' ogni anno s'impegnano a realizzare un'ampia campagna di sensibilizzazione e prevenzione dedicata alla salute delle donne", aggiunge Donatella Bellini, vicepresidente di Confcommercio Ascom Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento