rotate-mobile
BolognaToday

Opinioni

BolognaToday

Redazione BolognaToday

Come ti organizzo il weekend: i 10 eventi da non perdere

Mostre, laboratori per bambini, feste nel bosco, musica dal vivo e anche un po' di trasgressione: da venerdì a domenica Bologna offre tutto questo

Finalmente è finita la settimana! Sarà stata anche corta visto il lunedì festivo, ma l'arrivo del week-end è sempre gradito, anche perchè di cose da fare e da vedere ce ne sono davvero tante. Dentro e fuori porta, nei musei, a teatro, al cinema, ma anche nei comuni di tutta la provincia, dove sono fitte anche le sagre (qui le migliori sagre del mese di novembre). Come decidere cosa fare e cosa no? Anche grazie al nostro ormai classico decalogo-bussola sull'agenda cittadina. 

Le mostre di novembre da non perdere

Novembre a teatro: gli spettacoli più interessanti

Ecco i 10 eventi da non perdere questo week-end: 

1. "Bring Back": tornano gli anni '90

(per chi balla tutto)

I party più belli sono quelli immersi nei nostri ricordi. Quindi quelli degli anni '90 devono per forza di cose essere meravigliosi perché quel decennio ci ha regalato tutto quello che non sapevamo di volere. Torna il party anni '90 in pieno centro a Bologna, al Millenium, e torna più carico che mai. L'ingresso alla serata costa 10 euro + drink e la prevendita è obbligatoria. Ingresso con Green Pass, certificato di tampone antigenico negativo eseguito entro le 48h prima dell’evento o certificato di guarigione da COVID19 (validità 6 mesi dalla notifica)

2. Decadence sbarca a DumBO: special guest Ivan Cattaneo

(per chi non ha paura di azzardare)

Dopo quasi due anni di stop e un prologo in estate Decadence torna nella sua forma originaria con un grande evento che celebra la cultura BDSM e la libertà di espressione: Goth, fetish, meeting point, musica electro, esposizioni d’arte, tarocchi, cartomanzia, play area e tanto altro, tutto in una sera.  Ospite speciale della notte nel grande Binario Centrale di DumBO - per la prima volta location di Decadence - sarà l'istrionico Ivan Cattaneo per i 40 anni del suo grande successo Polisex, singolo tratto dall’album ‘Urlo’ che uscì nell’autunno 1980, diventando in breve tempo un pezzo cult ed iconico degli anni ’80, un inno alla libertà sessuale, allo stile alternativo e di costume di quel periodo. Sul palco prima di lui i Caron Dimonio, con la loro electro postpunk e i testi (ermetici, non narrativi) che affrontano tematiche suggestive e decadenti, su strutture minimali. Spazio anche per le letture con il reading di Barbara Baraldi che presenta il suo ultimo thriller “La stagione dei ragni”, un tuffo nel lato oscuro degli anni Ottanta, sulle note dark new wave, l’autrice ci trasporta nella città italiana più misteriosa ed esoterica, in una corsa a perdifiato tra le paure e le ossessioni di un'epoca. E poi i dj set, le performance di body art, body modification e fetish, bondage e le installazioni video.

3. "Mi chiamo Andrea, faccio fumetti": lo spettacolo di Andrea Santonasto

(per chi ama sia il teatro che i fumetti)

Sabato 6 novembre ore 21.00, Teatro Dehon. Appuntamento a teatro con lo spettacolo di Andrea Santonasto e il suo "Mi chiamo Andrea, faccio fumetti". Andrea Santonastaso, attore oggi, disegnatore di fumetti una volta, racconta, attraverso le parole scritte da Christian Poli, l'arte del più grande disegnatore di fumetti (e non solo, anche pittore, autore, poeta e chi più ne ha...) che il nostro paese abbia avuto: Andrea Pazienza. Lo fa dichiarando la sua impotenza di fronte al talento immenso di questo istrione dei pennelli (ma anche dei pennarelli, delle matite, dei gessetti e chi più ne ha...). Lo fa dichiarando la sua inferiorità, ma anche la sua rabbia di fronte allo spreco cosciente e quasi premeditato di tanta arte pura in nome della follia di “un buco”. Lo fa raccontando Pentothal, Zanardi, Pertini… Lo fa entrando “dentro” a Gli ultimi giorni di Pompeo, soprattutto. E, infine, lo fa disegnando in scena e onorando indegnamente (o tentando di farlo) colui che è stato “il più grande disegnatore vivente”. Viva Paz. Viva Andrea, Michele, Ciro (prezzi scontati per gli spettacoli del Teatro Dehon)

4. Il memory gigante e il laboratorio per bambini

(per bimbi smemorati)

Questo fine settima a FICO Eataly World doppio appuntamento per i più piccoli, che potranno divertirsi con il gioco memory gigante by Pizzoli esercitando la memoria e imparando cose in modo leggero, insieme agli altri (dalle 12.30 alle 18.30 con turni ogni ora). L'evento è incluso nel biglietto di ingresso al parco tematico. Ma non è tutto, sempre sabato 6 e domenica 7 novembre, c'è il laboratorio "Foliage e autunno" (dalle 15.00 alle 18.00 con turni ogni ora). 

Si parla di

Come ti organizzo il weekend: i 10 eventi da non perdere

BolognaToday è in caricamento