Erika Bertossi

Opinioni

Erika Bertossi

Giornalista BolognaToday BolognaToday

Tifare Italia, il calcio ci risolleva da un anno duro: scaramanzie, il gergo per non sfigurare, il bon-ton da finale

Domenica è vicina. Pronti per la finale degli Europei? Prepariamo i talismani, indossiamo la maglietta portafortuna e scegliamo il posto giusto e le persone giuste con cui condividere il match contro l'Inghilterra

Foto ANSA

Bologna stravolge il palinsesto di una serata diventata speciale dopo la vittoria dell'Italia contro la Spagna, match che ha aperto agli Azzurri di Mancini le porte di una finale che promette un bel gioco, quella che domenica alle 21 si gioca contro l'Inghilterra: le piazze della città si trasformano in platee di supporto alla nostra nazionale. Una ripresa decisamente gratificante dopo un anno a stadi chiusi. Ecco, se volete decidere la location giusta (e un po' portafortuna) dalla quale seguire il partitone, ecco una mappa con i maxi-schermi a disposizione (se ne sono aggiunti diversi, fra cui quello di Piazza Maggiore e la Lunetta Gamberini). 

Occhio, malocchio...a ognuno il suo rituale scaramantico. Il loop temporale nella top 3

Largo ai rituali scaramantici che non sono solo quelli dei tifosi, ma ne hanno in quantità anche gli stessi giocatori (Gianluca Vialli sempre ultimo nella fila per salire sul bus per esempio): stessa maglietta indossata alla semifinale, stesse disposizioni sul divano (e guai a chi si alza se non lo ha fatto anche alla vittoria precedente), un talismano da tenere in mano per tutti i 90 minuti e così via. Inutile negarlo, ci caschiamo tutti e non solo da tifosi. E non è carino, anche se lo si pensa, far notare agli amici che tutto quello che faranno non influirà minimamente nel gioco.

La ripetizione di rituali sempre uguali è una delle forme di scaramanzia più diffusa. Ci sono quelli che cercheranno di fare tutto ciò che hanno fatto nella giornata Italia-Spagna. Un po'come "Ricomincio da capo" o qualcuno dei film la cui trama di basa sul loop temporale e sulla ripetizione della stessa giornata, ma con un senso diverso. In ogni caso, sport e superstizioni sono un binomio indivisibile. La fortuna bisogna meritarsela? Chi lo sa! 

Oronzo Canà superstizione-2

(Lino Banfi alias Oronzo Canà ne L'allenatore nel Pallone) 

Covid e tifoseria: oltre ai goal uno sguardo alla curva dei contagi in GB

Come il Covid entra negli Europei? L'argomento non è mai stato offuscato più di tanto e da quando si sa che il match sarà contro gli inglesi, beh, chi non ha dato uno sguardo agli ultimi numeri sulla pandemia? In molti si chiedono come, con oltre 32mila nuovi casi, si possa riempire uno stadio. Mentre Tokyo si prepara a delle Olimpiadi senza pubblico. Fra le critiche più accese agli avversari di domenica: "Sono sicuri di vincere. Davano già per scontato il passaggio alla finale". E pensare che l'Inghilterra un Europeo non l'ha mai vinto in 55 anni. 

Italia-Inghilterra è una finale mai vista agli Europei: possiamo vincere per 3 motivi e perdere per 3 ragioni

Le frasi giuste da sfoderare se non si sa nulla di calcio

Domenica la partita la guarderà anche chi il calcio non lo segue di norma. Ho chiesto a un amico qualche informazione/concetto fondamentale per poter dare almeno l'idea di saperne qualcosina o per intavolare una qualche conversazione. Allora, sicuramente si sfidano "due squadre che palleggiano e provano a pressare alto". Poi, non fare la domanda: "Ma Jorginho (si pronuncia Giorgigno) è italiano?" perché chiaramente la risposta è sì. E' un calciatore brasiliano naturalizzato italiano. Fra l'altro sarebbe in odore di Pallone d'Oro. Per approfondimenti sul Pallone d'Oro vedere Wikipedia. 

Gallery

Si parla di

Tifare Italia, il calcio ci risolleva da un anno duro: scaramanzie, il gergo per non sfigurare, il bon-ton da finale

BolognaToday è in caricamento