Tappeti: come eliminare le macchie più resistenti

Piccoli rimedi 'fai da te' che possono salvare il tappeto senza rovinarlo, soprattutto se si interviene subito

tappeti

Il tappeto affonda le radici in Oriente, dove le sue origini sono datate tra il V o VI secolo. E se prima questo ornamento era un lusso che pochissimi potevano permettersi, oggi è nelle case di tutti. Ovviamente ne esistono di mille tipi, forma e colore, e pulirli non è sempre facile.

Spostando qualche mobile infatti, può capire di notare macche che non avevamo mai notato, e che alla fine sono state assorbita dalle fibre tanto che un po d'acqua puà non bastare per eliminarle. Nelle stanze più utilizzate, come ad esempio cucina e bagno ad esempio,  i tappeti sono ovviamente più a 'rischio'. Ma non disperate, ci sono piccoli 'rimedi' che riescono a togliere anche le macchie più ostinate.

Come pulire i tappeti

Ci sono tanti modi per pulire i tappeti, vediamo insieme quali:

  • Con l’aspirapolvere: in questo caso è fondamentale non usare spazzole rotanti o altri dispositivi che possono rovinarne le fibre.  In questo modo è possibile eliminare comunque polvere, terra secca e sporco.
  • Con bicarbonato: basta versarne una piccola quantità sul tappeto, strofinando delicatamente con una spazzola pulita e dalle setole morbide. Poi è necessario lasciare agire la sostanza tutta la notte, e al mattino è importante aspirare tutto il bicarbonato con l'aspiravolvere.
  • Con acqua e aceto: è necessario lavare bene la parte interessata avendo cura di risciacquare abbondantemente il tappeto, facendolo asciugare all'aperto.
  • Con la carta da cucina: un rimedio utile se sul tappeto è caduto caffè o qualche bibita zucchereta. In questo caso è importante assorbire il liquido, cambiando due volte la carta. Poi ne lasciamo un pezzo con un peso sopra, in modo da farle assorbire tutto, e successivamente puliamo con una spugna imbevuta di acqua e detersivo di marsiglia. 

Cosa fare con le macchie più ostinate

  • Se cade della cera:  se si interviene subito è possibile risolvere in poco tempo il problema. Raschiando delicatamente con un cucchiaino è possibile toglierne il più possibile. Poi è importante prendere qualche cubetto di ghiaccio avvolti in un panno per inumidire la cera, rendendola più eliminabile. Infine, per la cera residua, utilizziamo il ferro da stiro: posizioniamo un fazzoletto di cotone, ripiegato in due, sulla macchia di cera, e passiamovi sopra il ferro da stiro a bassa temperatura. 
  • Se si attacca una gomma da masticare: prendere un phon, anche se non è sempre adatto perhcé può alterare e rovinare le fibre del tappeto. Poi, come con la cera, prendere un cucchiaino e raschiare. 
  • Deiezioni animali: è importante eliminare subito tutto per evitare che l'odore venga assorbito, basta anche una spugna con acqua calda e sapone per i piatti. Poi prendere acqua e aceto e ripetere l'operazione. Infine lasciare agire per tutta la notte del bicarbonato e al mattino aspirarlo.​

Dove lavare i tappeti a Bologna

Se con tutti i rimedi 'fai da te' la macchia non si è tolta, o non si ha voglia neanche di provare per evitare danni, è importante portare il tappeto in lavanderie specializzate.

La Pineta Lavasecco in via Augusto Murri 49

La Pineta Pulitura a Secco in via Veratti 1

IL TAPPETO in via Augusto Murri 92

Lavasecco Tina 3 Di Irma Todisco via Saragozza 183

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come pulire a fondo la vasca da bagno

  • Come allestire una palestra in casa

  • Fondo affitto 2021: dalla regione 11,6 milioni di euro per pagare il canone di locazione casa

  • Luce e gas: come chiedere la rettifica delle bollette

  • Tutte le cappe da cucina per una casa 'smart'

Torna su
BolognaToday è in caricamento