Giardini e terrazze: il bombo è pericoloso? E dove nidifica?

Il bombo appartiene alla famiglia delle api e il suo nome nome scientifico è Bombus

Giardini, terrazze e balconi sono fioriti ma oltre a farfalle, mosche, moscerini e api, può capitare di trovare anche delle vespe.  Non solo, è possibile imbattersi in un  bombo.

Caratteristiche

Il bombo appartiene alla famiglia delle api e il suo nome nome scientifico è Bombus, fondamentali per l'impollinazione. Costruisce colonie che sopravvivono  una stagione nelle quali c'è una sola regina. Ha un aspetto molto simile a quello dell'ape, un po' più grande, goffo e grosso,  ricoperto di peluria che lo protegge dal freddo. Molte specie di bombo hanno le strisce di colore giallo e nero.

Dove nidifica

Il bombo potrebbe nidificare ovunque: ci sono quelli fuori terra, di superficie o sottoterra. I bombi fuori terra di solito preferiscono nidificare in vecchie scatole di uccelli, piccole fessure sugli alberi purchè ci si trovino a diversi metri sopra il terreno. I nidi di superficie si trovano in tronchi, crepe nelle fondazioni di case o in luoghi poco accessibili. I bombi che nidificano sottoterra lo fanno appunto nel terreno di vasi, in giardino o in vecchi tunnel abbandonati di topi. 

Puntura di Bombo

Il bombo non è un insetto aggressivo ma potrebbe pungere solo in caso di difesa. Questo insetto non rilascia il suo pungiglione e il suo veleno non è mortale per l'uomo. Tuttavia è sempre meglio controllare e tenere a vista in caso ci fossero strani gonfiori e reazioni, quindi è consigliabile non sottovalutare la loro puntura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Classifica qualità della vita ItaliaOggi, Bologna sul podio per affari e lavoro

  • Prender casa in Appennino, con bando regionale un'opportunità che diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Natale: come addobbare l'albero in modo originale

  • Come ridurre l'inquinamento all'interno della propria casa

  • Come progettare e realizzare una cabina armadio

Torna su
BolognaToday è in caricamento