Affitti, quali sono i prezzi medi nelle città italiane

Quanto costa prendere una casa in affitto? I prezzi variano in base alle diverse regioni: ecco gli ultimi dati aggiornati

Foto di repertorio

Il prezzo dell'affitto di una casa varia da città e città, e numerosi i fattori che influiscono sul canone mensile da sostenere: luogo, vicinanza al centro, ai centri commerciali e cosi via. Numerose le classifiche elaborate nel corso degli anni, e in base ai dati relativi al mese di agosto 2018, la regione con il prezzo medio più alto per gli immobili in affitto è stata la Sardegna con un prezzo a metro quadrato di € 15,46 al mese. I prezzi più bassi invece sono stati registrati  in Calabria, con € 5,06 al mese per metro quadrato.

I dati a Bologna

Nel primo semestre del 2018 a Bologna i valori delle case sono stati in leggero aumento (+4,6%), particolarmente dinamiche le zone centrali dove stanno acquistando gli investitori per realizzare affitti turistici. Il capoluogo è  tra le grandi città quello che ha segnato l’aumento più lieve delle transazioni (+0,3% rispetto al primo semestre 2017); tuttavia il rialzo arriva dopo una calo delle compravendite registrato nel 2017 (-3,3% rispetto al 2016). La tipologia più richiesta è il trilocale che raccoglie il 53,2% delle preferenze contro una media delle grandi città del 23,5%“. Per gli affitti, le previsioni di Fiaip corrono verso un aumento nel breve periodo del 5 per cento, e da una diminuzione dell'offerta per gli affitti lunghi, una dinamica che inveitabilmente finisce per 'punire' le classiche categorie di riferimento dell'affitto bolognese, come giovani coppie, lavoratori e studenti.
 

MEDIA PREZZI AFFITTI-2

I dati regione per regione del primo trimestre 2018

Secondo quanto riporta il marketplace immobiliare idealista, nella metà delle regioni italiane  sono state registrate variazioni dei canoni di affitto nei primi tre mesi nel 2018. Gli incrementi più sensibili sono stati segnalati in Basilicata con il +8,6%, a seguire la Campania +7,9% e Molise +6,6%. Fanno da contraltare i dati relativi al mercato immobiliare degli affitti in Liguria -2,1%, Marche -2,2% e Abruzzo -3%.

Il canone medio più elevato per primo trimestre 2018 è stato registrato nel Lazio con 11, 5 euro al mese per metro quadro seguito dalla Lombardia con 10,8 euro per metro quadro al mese e la Toscana con 9,9 euro per metro quadro. I valori medi più basso sono invece in Sicilia con  5,8 euro per metro quadro al mese, il Molise 5,1 euro al metro quadro e la Calabria con 4,6 euro per metro quadro.

I dati città per città del primo trimestre 2018

Il mercato immobiliare ha fatto registrare una crescita in 2/3 delle province: La variazione positiva maggiore è stata registrata nella provincia di Ferrara +10,1% seguita da Napoli +9,3%, Taranto +8,3% e Udine +8,3%. Completamente diversi i dati relativi ai prezzi dei canoni di affitto a Ragusa -8,1%, Pesaro -5% e Genova -4,9%.

Il prezzo medio più alto per un affitto è quello di Milano con 15,2 euro al mese per metro quadro, seguita da Firenze dove affittare una casa costa in media 12,7 euro per metro quadro al mese e da Roma 12,3 euro. Le più economiche si sono rivelate invece Reggio Calabria con 4,3 euro, Caltanissetta con 4 euro ed Enna con 3,3 euro per metro quadro al mese.

Il 65% delle grandi città ha fatto segnare un aumento dei canoni di locazioni. Le variazioni maggiori sono state segnalate a Ferrara +9,8 %, Agrigento +9,4% e Napoli +9,3%. All’opposto i cali maggiori si sono registrati a Genova -6,7%, Trapani -7,2% e Cosenza -8,8%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Digitale terrestre, cambia tutto: modi e tempi per adeguarsi

  • Casa, in centro ormai solo affitti brevi: crescono prezzi e compravendite

  • Come decorare giardini e balconi in stile natalizio

  • Acquisto case: a Bologna erogati mutui per 323,7 milioni di euro

  • Come decorare casa a Natale: 5 idee facili e veloci

  • Case: Bologna sul podio per le compravendite

Torna su
BolognaToday è in caricamento