Casa: spesa gratis a domicilio per gli over 65

La maggior parte dei supermercati aderisce all'iniziativa fino al 3 aprile, ma vista la forte richiesta del momento è possibile dover attendere qualche giorno in più per la consegna

Coop si adegua all'emergenza coronavirus e, come hanno già annunciato da Esselunga a Carrefour, fino al 3 aprile consegnerà gratuitamente la spesa a casa ai propri soci, e ai clienti Easy Coop con piu' 65 anni. In Emilia-Romagna il servizio è attivo per un totale di 80 Comuni, tra cui Bologna.

 Per usufruire della consegna gratuita Coop è necessario avere almeno 65 anni, fare la spesa nel sito Easy Coop come utente registrato, disporre di un profilo con informazioni aggiornate e complete (anno di nascita e codice fiscale in primis). Soddisfatte tutte queste condizioni, "il sistema riconoscerà l'utente e azzerera' automaticamente le spese di consegna in fase di check-out", assicura Coop Alleanza 3.0. Intanto, come emerso qua e la' tra i dibattiti sui social network nelle ultime settimane, anche Coop Alleanza registra "importanti aumenti delle richieste che hanno causato la temporanea indisponibilità di alcuni prodotti sul sito o sull'app e qualche ritardo nelle consegne".

L'incremento ha riguardato tutti i generi, alimentari e non, con picchi sui prodotti freschi e freschissimi (frutta, verdura, carne, pesce, salumi, latticini). "L'eccezionalità della situazione", dice Coop, ha pero' impattato sulla disponibilita' delle fasce di consegna, con la saturazione di quelle a breve e medio termine. Per dire: ad oggi, le prime consegne non sono disponibili prima di sei-otto giorni, a seconda delle località.

Insomma, ammette il gruppo cooperativo chiedendo pazienza, "fare la spesa in questo momento così particolare richiede la collaborazione di tutti programmando in anticipo gli acquisti online". Ma l'affanno di app e portali della 'spesa a casa', di questi tempi, non riguarda appunto solo Coop. Carrefour, che ricorda di consegnare gratis agli anziani "fin da rima dell'emergenza", fa sapere che "a partire dal 22 febbraio il servizio e-commerce sulla nostra piattaforma carrefour.it ha subito un forte aumento della domanda e una significativa accelerazione su tutto il territorio nazionale", soprattutto nelle zone maggiormente colpite dal Covid-19

Intanto, il carico extra di richieste a domicilio legate all'emergenza sanitaria tiene impegnati altri attori, da Conad, che per i clienti di 'Al tuo servizio' precisa online che "in questi giorni stiamo ricevendo un numero molto elevato di accessi, ci scusiamo per eventuali rallentamenti", fino a Cortilia, il cui sito recitava anche oggi: "Oops. Siamo momentaneamente offline. Stiamo lavorando per risolvere il problema, dacci solo qualche minuto". Ordini aumentati, nel frattempo, anche per Esselunga, i cui responsabili 'online' fanno sapere: "Abbiamo registrato un elevatissimo aumento delle richieste di consegne a domicilio su tutto il territorio servito, sia attraverso il sito Esselunga a casa sia attraverso l'app".

Anche nel caso di Esselunga ci sono ritardi: "Stiamo consegnando regolarmente in tutte le zone, cercando di rispettare il piu' possibile gli orari prestabiliti, tuttavia, a causa delle richieste eccezionali di questi giorni, i tempi di attesa per la ricezione delle spese sono piu' lunghi del solito. Stiamo lavorando a un piano di potenziamento del servizio- garantisce il gruppo milanese- per aumentare la disponibilita' di consegna e offrire anche in questo delicato momento un servizio sempre migliore".

(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prender casa in Appennino, con bando regionale un'opportunità che diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Natale: come addobbare l'albero in modo originale

  • Vantaggi e svantaggi della cucina con isola: tutto quello che c'è da sapere

  • Come ridurre l'inquinamento all'interno della propria casa

  • Come progettare e realizzare una cabina armadio

Torna su
BolognaToday è in caricamento