Risparmio idrico: ordinanza anti-spreco, buone pratiche e consigli utili

L'ordinanza è in vigore dal 15 maggio al 30 settembre 2020

E' in vigore dal 15 maggio al 30 settembre l’ordinanza annuale per il risparmio idrico,  che vieta :

  • il prelievo dalla rete di acqua potabile per uso non domestico dalle ore 8 alle 21, con particolare riferimento all'innaffiamento di orti, giardini e lavaggio di automezzi, in modo da contenere gli sprechi di una risorsa naturale divenuta ormai preziosa.
  • per le aree ortive concesse dal Comune il divieto di prelievo è disposto dalle 10 alle 18.

"Il Comune è da anni impegnato in politiche legate ad un uso sostenibile della risorsa acqua  - si legge in una nota - anche per affrontare gli effetti locali di cambiamenti climatici che stanno riducendo la disponibilità di acqua ad uso potabile nel periodo estivo". Di seguito alcuni consumi quotidiani da non trascurare:

  • un rubinetto lasciato aperto eroga mediamente 13 litri al minuto
  • il 40% dell'acqua potabile si utilizza per gli scarichi dei servizi igienici
  • per una doccia di 5 minuti sono necessari 60 litri di acqua e per riempire una vasca da bagno ne occorrono il doppio
  • i lavaggi a 30° in lavatrice/lavastoviglie riducono i consumi della metà rispetto a quelli a 90°
  • azionando gli elettrodomestici a pieno carico si risparmiano dagli 8.000 agli 11.000 litri all'anno
  • è possibile realizzare semplici sistemi di raccolta dell'acqua piovana per l'irrigazione di giardini e spazi verdi.

Le raccomandazioni sono:

  • controllare il corretto funzionamento dei propri impianti idrici al fine di individuare eventuali perdite occulte
  • usare dispositivi per il risparmio idrico, quali i frangigetto per i rubinetti
  • annaffiare le piante con sistemi a irrigazione a goccia e temporizzati
  • usare lavatrici e lavastoviglie sempre a pieno carico;
  • per l'igiene personale preferire la doccia, in alternativa alla vasca da bagno
  • non fare scorrere in modo continuo l’acqua durante il lavaggio dei denti, la rasatura della barba o la doccia
  • non utilizzare acqua corrente per il lavaggio delle stoviglie e verdure, ma solo per il risciacquo
  • utilizzare l’acqua di lavaggio della frutta e della verdura per innaffiare le piante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Classifica qualità della vita ItaliaOggi, Bologna sul podio per affari e lavoro

  • Prender casa in Appennino, con bando regionale un'opportunità che diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Natale: come addobbare l'albero in modo originale

  • Come ridurre l'inquinamento all'interno della propria casa

  • Come progettare e realizzare una cabina armadio

  • Natale ecosostenibile: idee e consigli per decorazioni green

Torna su
BolognaToday è in caricamento