Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Cibo

Farinetti ritenta: al posto di FICO a Bologna apre il parco gastronomico Grand Tour Italia

Parte il 5 settembre 2024 la nuova impresa del fondatore di Eataly. 50mila metri quadri di padiglioni regionali con mercati di prodotti tipici e cucina tradizionale. Ma ci sono anche librerie, luna park e un circuito di go-kart

Qualche lunga settimana di rimpalli per fissare la data definitiva della conferenza, alla quale si è arrivati questa mattina, 21 maggio. Oscar Farinetti, già patron di Eataly e della grande impresa Fico — il parco gastronomico attivo a Bologna dal 2017 a dicembre 2023 — ha infine annunciato la data dell’inaugurazione del nuovo Grand Tour Italia: 5 settembre 2024. Negli stessi spazi della struttura precedente, nella prima periferia del capoluogo, partirà dopo l’estate un grande progetto con diversi elementi di novità, dedicati alla ‘biodiversità gastronomica’ italiana. Tra padiglioni regionali con mercati di specialità, osterie tipiche e corsi di cucina spuntano anche una libreria, un luna park, nonché un circuito di go-kart. Il progetto.

Padiglione Emilia Romagna a Grand Tour Italia

Dall’avventura fallimentare di FICO al nuovo Grand Tour Italia

Tra le cose che non mi sono venute propriamente bene, diciamo che Fico è una di queste”, aveva ammesso candidamente Farinetti a commento della chiusura. Nei sei anni di vita, il caleidoscopio di ristoranti, fattorie, botteghe e anche campi sportivi non aveva in effetti mai del tutto ingranato. A metterci il carico collegamenti non così organici con il centro, oltre probabilmente allo scarso appeal di una modalità ‘spettacolare’ più vicina ai gusti d’oltreoceano.

Il padiglione Calabria a Grand Tour Italia

Il fondatore di Eataly però ha insistito e rilanciato, assumendo con la sua società il controllo totale di Fico Srl, che prima gestiva insieme a Coop Alleanza 3.0. All’insieme di nuove idee ha messo nome Grand Tour Italia — ricordo un po’ magniloquente dei viaggi di scoperta degli intellettuali ottocenteschi —, che del precedente progetto condividerà la sede, contando però su qualche nuova risorsa logistica. Ad esempio l’attivazione di una linea tranviaria di collegamento al centro, la creazione dello stadio temporaneo del Bologna FC, oltre all’apertura del CAAB, Centro Agroalimentare di Bologna, proprio adiacente e ora a disposizione (in certi giorni) per la spesa dei cittadini. 

20 padiglioni per 20 regioni. Come sarà Grand Tour Italia a Bologna

Grand Tour Italia è molto più di una semplice destinazione turistica”, dichiara Farinetti, “è un omaggio alla straordinaria diversità e ricchezza culturale del nostro Paese, un invito a esplorare, gustare e vivere l'Italia in tutto il suo splendore”. A chi abbia visitato una grande fiera merceologica nazionale — il Vinitaly, ad esempio — l’’impalcatura concettuale dei 50mila metri quadri non suonerà nuova. Dentro Grand Tour Italia ognuna delle 20 regioni avrà un suo spazio dedicato.

Un piccolo padiglione allestito ‘a tema’ con all’interno un’area di promozione turistica e paesaggistica, un’osteria di cucina tipica con menu che variano ogni due mesi. Inoltre, in pieno spirito Eataly, un mercato con prodotti tipici. Non solo compere e assaggi, ma anche aree didattiche per corsi di cultura gastronomica, lezioni di cucina ed educazione alimentare. Coordinati con la Scuola Holden di Torino per il settore storia e cultura, Coldiretti per l’agricoltura e infine Slow Food per la biodiversità enogastronomica. Noiosetto? Per la parte di intrattenimento c’è altro in serbo.

Non solo agroalimentare: circuito go-kart, libreria e luna park a tema fattoria

Mentre eventi e manifestazioni folkloristiche non mancavano nemmeno al vecchio Fico, da settembre si è intenzionati a spingere di più sull’intrattenimento. Destinato a vari pubblici e categorie d’interesse. Dalle mostre fotografiche di Earth Foundation — la fondazione culturale del gruppo Eataly — alla libreria ‘I Capolavori', con 1.200 titoli tra saggi e libri per ragazzi, sia in consultazione che in vendita (anche di seconda mano).

Una mostra fotografica della fondazione Earth a Grand Tour Italia

Per i più giovani c’è invece Luna Farm, il parco divertimenti che vuole mimare ‘la fattoria del contadino Gianni’, con 6.500 metri quadri pieni di giostre, giochi e videogiochi. Si dichiara invece ‘in sintonia con la Motor Valley emiliana’ l’addenda più curiosa: il Grand Tour Karting, un circuito di go-kart di oltre 500 metri con kart elettrici a zero emissioni.

Grand Tour Italia
Leggi il contenuto integrale su CiboToday

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BolognaToday è in caricamento