Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Strage 2 agosto, l'appello: "Mandate foto e video inediti"

Paolo Bolognesi, presidente dell'associazione dei familiari delle vittime, si rivolge a chi quel giorno era in stazione

 

Chiunque abbia foto e filmati realizzati il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna li faccia arrivare ai parenti delle vittime o agli inquirenti. Lancia l'appello il presidente dell'Associazione dei familiari, Paolo Bolognesi, a pochi giorni dal 39esimo anniversario dell'attentato.

"Avere ulteriori immagini da analizzare è importante per vedere che il 2 agosto c'erano molte altre persone oltre a quelle condannate", afferma Bolognesi. L'appello è rivolto anche a chi all'epoca non fu coinvolto dall'esplosione della bomba, magari perché aveva già lasciato la stazione.

"Alla strage parteciparono dalle 20 alle 30 persone"

"Non è che allora molti avessero una cinepresa, però - confida Bolognesi - possono esserci dei filmati che riprendono la stazione il 2 agosto alle 7, alle 8, alle 9, alle 10...". Possono tornare utili, insomma, immagini immortalate "sia prima dello scoppio che subito dopo", aggiunge il presidente dell'Associazione: se questi materiali inediti, anche amatoriali, "fossero consegnati all'Associazione o ai giudici - sottolinea Bolognesi - sarebbe una bella cosa, perché possono essere d'aiuto per individuare altre persone che il 2 agosto erano presenti a Bologna".

Chi vorrà collaborare a far emergere altro materiale "avrà la sensazione di aver partecipato fattivamente a trovare i mandanti", afferma Bolognesi. Del resto "in questa città, al contrario di altre - chiosa il presidente - la ricerca della verità è diventata un fatto corale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento