2005-2015: il 7 gennaio di 10 anni fa, la tragedia ferroviaria a Crevalcore

Un interregionale si scontrò con un merci a Crevalcore. Nell'impatto persero la vita 17 persone

Uno scontro tra due treni che lungo la linea Verona-Bologna che uccise 17 persone il 7 gennaio del 2005. Sono trascorsi 10 anni dalla morte di Ciro Cucciniello, 43 anni, Equizio Abate, 47 anni, Matteo Sette, 27 anni, Mauro Bussolari, 52 anni, Vincenzo De Biase, macchinista residente a Imola, 46 anni, Paolo Cinti, 49 anni, bolognese, capotreno, Francesco Scaramuzzino, manovratore nato a Locri, Donatello Zoboli, 32 anni, di Finale Emilia, e la moglie Diana Baraldini, Claudia Baraldini, 36 anni, sorella maggiore di Diana, Andrea Sancini, 32 anni, nato a Bologna, docente di lettere in un liceo di Mirandola, Daniel Burali,21 anni, nato a Città del Messico, residente a Roma, Alberto Mich, di Trento, 50 anni, Bruno Nadali, nato a Mantova il 4 dicembre 1954 e residente nel mantovano, Banca Bairam, 26 anni, rumena, Mario Santi, 46 anni, nato a Milano e residente a Bologna, Anna Martini, 30 anni, di S.Martino Spino, frazione di Mirandola.

Per uno dei disastri ferroviari più gravi, che oltre ai morti fece decine di feriti, la magistratura ritenne unici responsabili, il macchinista Vincenzo Debiase e il capotreno Paolo Cinti, oltre alla nebbia che avrebbe impedito di vedere due semafori rossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento