Cronaca

Ragazza di 23 anni in Terapia intensiva al Sant'Orsola: non è vaccinata

Venerdì apre un altro reparto di degenza ordinaria

In terapia intensiva l'età media dei ricoverati è sui 50 anni e al momento nei letti del Sant'Orsola c'è anche una ragazza di 23 anni. Sono tutti pazienti non vaccinati.

Lo racconta la direttrice del Policlinico, Chiara Gibertoni, in un'intervista a Repubblica nella quale spiega che ora a finire in ospedale è principalmente chi non è vaccinato. Ad oggi al Sant'Orsola tutti i degenti della terapia intensiva, dieci persone, non sono vaccinati. Mentre negli altri reparti covid, dove ci sono 42 pazienti, la metà è vaccinata ma si tratta di pazienti ultra 80enni con patologie.

"Abbiamo ricoverato in terapia intensiva una ragazza di 23 anni, non vaccinata. Non ha nessun’altra patologia apparente, né malattie pregresse. Ma un quadro di Covid grave, una polmonite bilaterale tipica del virus", dice Gibertoni. Solo qualche giorno fa a uscire dalla rianimazione, dopo due settimane di ricovero, un altro 23enne. Anche lui non vaccinato.

Intanto, sebbene la situazione non sia preoccupante, l'ospedale si prepara ad aggiungere letti: al padiglione 25 i 42 posti di degenza ordinaria sono tutti pieni e venerdì sarà aperto un altro reparto di 20 letti al primo piano.

Vaccini, tutte le novità: dall'anticipo seconda dose alle iniziative senza prenotazione

Campagna anti-covid, Bordon: "Adesso pensiamo a vaccinare i giovani. L'apertura delle scuole è vicina"

Vaccino senza prenotazione per la fascia 12-18 anni: si parte lunedì

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza di 23 anni in Terapia intensiva al Sant'Orsola: non è vaccinata

BolognaToday è in caricamento