Coronavirus, 25 aprile senza piazze? L'Anpi: "Bella Ciao in ogni casa"

La proposta dell'associazione dei partigiani: "Facciamo sentire, in musica, dai balconi, dalle finestre, la forza della Liberazione, della Costituzione, dell'unità"

Le restrizioni anti-coronavirus sono state allungate fino al 13 aprile, ma c'è chi teme che gli stop e le iniziative a cui rinunciare copriranno un periodo ben più lungo, nel quale finirà per ricadere anche il 25 aprile, la Festa della Liberazione. 

E così l'Anpi, l'associazione nazionale partigiani, per il 75esimo anniversario della Liberazione propone una festa dalle case: "Il 25 aprile facciamo sentire, in musica, dai balconi, dalle finestre, la forza della Liberazione, della Costituzione, dell'unità. In particolare, oggi". I dettagli saranno comunicati nei prossimi giorni, ma intanto lo slogan, con tanto di hashtag, è già pronto: "Bella ciao in ogni casa - un'invasione di memoria".

Pratello R'Esiste

"Il 25 aprile, virus o non virus, arriva. Non sarà una festa come tutti gli anni – scrivono gli organizzatori – non potremo mettere in piedi quell'esplosione liberatoria che invade la nostra strada, ma sarà sempre una giornata antifascista e non mancherà occasione neppure quest’anno, seppure con modalità diverse".

"Sarà sempre Pratello, con le stesse belle facce (solo un po' più distanti, probabilmente), la stessa fame di antifascismo e la stessa sete di birrette. Abbiamo una strada, troveremo il modo di percorrerla e abitarla anche in una situazione crudele come questa".

A Monte Sole niente raduno

A Monte Sole, sull'Appennino bolognese, il luogo del più grande eccidio nazifascista, accorrono ogni anno centinaia di persone ma quest'anno, viste le restrizioni imposte dall'emergenza coronavirus, il maxi-raduno sul prato non si può fare.

Niente assembramenti, per cui, come spiega all'agenzia Dire Valter Cardi, presidente del comitato, si lavora ad alternative. "Stiamo lavorando in tutt'altra direzione rispetto al format tradizionale dell'evento. Con grande rammarico dico questo – afferma Cardi –perché è il 75esimo anniversario della Liberazione e perché l'appuntamento a Monte Sole è di grande rilievo culturale per i giovani, che sono tra i primi partecipanti. Per la loro generazione è importante ricordare il grande sacrificio per la liberazione dell'Italia dal nazifascismo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ma appunto anche a loro è chiesto di 'stare a casa', per cui – prosegue – stiamo pensando a soluzioni alternative e oggi stesso abbiamo una riunione in videoconferenza per progettare un 25 aprile all'insegna dei collegamenti sulle varie piattaforme social, in modo che questo segnale arrivi comunque nelle case. Stiamo pensando e cercando collaborazioni anche a un livello più tecnologico del nostro, per arrivare il più lontano possibile".

Coronavirus, bollettino 31 marzo: + 543 contagi in Emilia-Romagna, continuano a salire le guarigioni

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

Coronavirus, bimbo nato da mamma positiva. Intervista al neonatologo Fabrizio Sandri

Coronavirus, requisite a Bologna 50mila mascherine e 13mila dispositivi medici

Coronavirus, studio all'Alma mater: "La luce in fondo al tunnel forse dopo Pasqua"

Coronavirus, click day bonus 600 euro per gli autonomi: ma il sito Inps è bloccato

Coronavirus, Lamborghini si converte: mille mascherine e 200 visiere al giorno per il Sant'Orsola

VIDEO | Cure casa per casa: "Il piano funziona, se avete febbre aspettateci" 

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento