menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid Fase 2, spostamenti tra regioni dal 3 giugno: addio all'autocertificazione

Le regole che rimangono. Bonaccini: "Pronti a ospitare in sicurezza", ma non tutti i governatori concordano

Dal 3 giugno ci si potrà spostare da una regione all'altro, anche se al momento alcuni governatori manifestano qualche dubbio. Sta di fatto che diremo definitivamente addio all'autocertificazione. Con la nuova fase infatti non sarà obbligatorio presentare il documento.

Si potrà viaggiare anche nei Paesi Ue, Schengen e Regno Unito, sempre che vi sia reciprocità, ovvero se anche lo stato ospite lo consente. I viaggi da e per i Paesi extra Ue ed extra Schengen.

Rimane l'obbligo di rimanere presso il proprio domicilio per chi è in quarantena e per chi ha un'infezione respiratoria con febbre superiore ai 37,5°. Resta il divieto di assembramento e l'obbligo di mantenere una distanza di almeno un metro.

Messe, funerali, visite ai musei e ai luoghi di cultura, attività degli stabilimenti balneari e delle strutture ricettive, attività di bar, ristoranti, barbieri, parrucchieri continuano ad essere possibili con limitazioni di distanziamento derivanti dai protocolli di sicurezza. 

Naturalmente, la data del 3 giugno è legata ai dati dei contagi, i quali, almeno dalle tendenze dagli ultimi giorni, non dovrebbero preoccupare.

Governatori per il sì e per il no

Se Stefano Bonaccini critica la posizione della Grecia (che aveva vietato gli arrivi dall'Italia, facendo poi marcia indietro) e si dice pronto a "ospitare in sicurezza tutti coloro che vorranno venire in Emilia-Romagna. E sulla costa adriatica i romagnoli offrono tre cose che nessun altro ha tutte assieme: straordinaria ospitalita?, servizi di qualita? per tutte le eta? e per tutte le tasche”, alcuni presidenti delle regioni a più basso contagio, nutrono qualche dubbio. Il governatore della Sardegna, Christian Solinas, per accedere propone un test di negatività al virus. A dargli man forte quello della Campania, Vincenzo De Luca, che si esprime contro l'apertura generalizzata.

Critico anche il presidente della Toscana Enrico Rossi che invita a limitare la mobilità delle regioni a più alto contagio, come la Lombardia dove però Attilio Fontana sembra non aver dubbi sulla libera circolazione, come i colleghi, il piemontese Alberto Cirio, Giovanni Toti (Liguria) e Luca Zaia (Veneto).

Il governatore della Sicilia Nello Musumeci chiede di verificare la provenienza di chi arriva nell'isola ed eventuali casi sospetti nel nucleo familiare. Delle regioni meridionali, anche per Michele Emiliano, presidente della Puglia, è arrivato il momento di riaprire. Ok anche da  Jole Santelli, dalla Calabria.

Leggi anche:

Nuova ordinanza: in Emilia-Romagna riaprono terme, centri benessere e funivie

Coronavirus, bollettino 30 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

Coronavirus Emilia-Romagna, calo contagi e casi attivi: guarito oltre il 73% dei contagiati

Analisi sull’andamento del Covid-19 in Emilia-Romagna nel mese di maggio

Aperti dopo le 21 nonostante l'ordinanza: multati e chiusi sette alimentari in centro

Turismo, più treni per la Riviera e rimborso spese per chi soggiorna in albergo

Test sierologici, la Regione ora li fa a taxisti, sacerdoti, donatori di sangue, farmacisti

Coronavirus, dalla Regione bonus affitto per famiglie e persone in difficoltà

Fase 2, nuova ordinanza sull'asporto in centro: Merola chiude alimentari alle 21

Fase 2, dehors temporanei e gratuiti: orari, zone e criteri. Tutte le novità

Coronavirus, anche la Regione apre alle cure al plasma

Scuola, protesta sul Crescentone: "Bambini dimenticati, riaprire in sicurezza" | VIDEO

Coronavirus, come è cambiata la nostra vita quotidiana: partecipa al sondaggio

Test sierologico: come funziona, dalla prenotazione all'esito | VIDEO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

SuperEnalotto, la fortuna bacia Bologna: centrato un '5'

Salute

Covid19, vaccini dal medico di base: quello che c'è da sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • WeekEnd

    I 10 eventi da non perdere questo weekend

  • Attualità

    Imola, McDonald’s e Fondazione Ronald McDonald donano pasti gratis

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento