Covid, libera circolazione "senza condizioni": inizia la fase 3

Dopo tre mesi di spostamenti vietati, da oggi 3 giugno riaprono le frontiere, ma sarà una "nuova" normalità. E i viaggi all'estero?

"Sembra una conquista ma ce l'abbiamo fatta, grazie ai sacrifici degli italiani, si torna una a nuova normalità conquistata a da difendere. Così il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia in un'intervista tv, senza dimenticare i 33mila morti per covid e sottolineando che "a loro dobbiamo l'impegno e la responsabilità nell'affrontare questa nuova fase, dobbiamo guardare avanti sapendo che il virus vive con noi". 

Quindi dopo tre mesi di spostamenti vietati, con un lockdown che ha messo a dura prova tutto il paese, da oggi 3 giugno riaprono le frontiere, è il caso di dire, poiché ci si potrà recare in altre regioni e anche all'estero, nell'area Schengen e in Gran Bretagna, così come si potrà arrivare in Italia senza obbligo di quarantena.

Rimangono in vigore il divieto di assembramento, la distanza interpersonale e l'uso della mascherina nei luoghi chiusi e una marea di linee guida. 

Dai mezzi di trasporto ai negozi, dalle chiese ai luoghi di svago: tutte le linee guida da osservare

Gli ultimi dati nazionali della diffusione del nuovo coronavirus diffusi ieri 2 giugno hanno rilevato un incremento dei nuovi positivi è pari a 318, per un totale di 233.515 dall'inizio dell’emergenza. In Emilia-Romagna si sono registrati 19 casi, 5 dei quali nella città Metropolitana di Bologna. 

I morti in Italia hanno raggiunto quota 33.530 deceduti, numero che potrà essere confermato dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso, "solo" 408 pazienti sono in terapia intensiva. 

Viaggi all'estero

"L’apertura totale del Paese ci permette di mostrare agli Stati esteri un’Italia unita e compatta, all’interno della quale è possibile muoversi liberamente. Da oggi inizio una serie di incontri con i miei colleghi ministri degli Esteri di Paesi Ue. Nel pomeriggio a Roma arriverà il ministro francese, Le Drian. Venerdì invece sarò in Germania, sabato in Slovenia e martedì in Grecia" scrive in una nota il ministro degli esteri Luigi Di Maio "l’obiettivo è quello di mostrare a tutti che l’Italia è pronta ad accogliere turisti stranieri, in sicurezza e con la massima trasparenza dei dati. Accogliere turisti significa mettere in moto la nostra economia. E dare la possibilità a commercianti, imprenditori, artigiani, albergatori di lavorare. Andiamo avanti con il massimo impegno. Coraggio". 

Non tutti i paesi però aprono le frontiere. La Francia, in particolare, dal 15 giugno eliminerà i controlli e richiederà solo un'autocertificazione.

La Spagna cancellerà dall'1 luglio la quarantena obbligatoria. Nei prossimi giorni dovrebbero riprendere collegamenti aerei. 

Riapre agli italiani anche la Croazia, che chiederà ai turisti di raggiungere il paese con una prenotazione formalizzata. Stessa strategia in sostanza adottata dalla Slovenia. L'Austria, invece, dal 15 giugno consentirà la libera circolazione senza alcun controllo alle frontiere con Germania, Svizzera e Liechtenstein. Ancora da definire la situazione con l'Italia.

La Grecia, con una nota pubblicata dall'ambasciata, ha chiarito le linee guida indicando termini e condizioni per la 'riapertura' a visitatori stranieri, compresi i turisti provenienti dall'Italia. Le condizioni non sono le stesse per tutte le regioni di provenienza. I turisti in arrivo da Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto saranno sottoposti a un test al momento del loro arrivo.

La Grecia prevede che "fino al 15 giugno i voli internazionali sono ammessi solo all'aeroporto di Atene. A tutti i visitatori all’arrivo sarà effettuato un test e dovranno trascorrere la notte in un albergo designato. Se il test è negativo, il passeggero si mette in auto-quarantena per 7 giorni. Se il test è positivo, il passeggero viene messo in quarantena sotto controllo per 14 giorni". La "Fase 2- fase ponte" va dal 15 giugno al 30 giugno. In questo periodo "i voli internazionali sono ammessi negli aeroporti di Atene e Salonicco. Se il viaggio è stato effettuato da un aeroporto non presente nell'elenco delle aree colpite di EASA, i passeggeri sono soggetti a test casuali solo all'arrivo". "Se il viaggio è stato effettuato da uno degli aeroporti dell'elenco delle aree colpite di EASA, i passeggeri verranno sottoposti a test all'arrivo. È richiesto il soggiorno di una notte in un albergo designato. Se il test è negativo, il passeggero si mette in auto-quarantena per 7 giorni. Se il test è positivo, il passeggero viene messo in quarantena sotto controllo per 14 giorni". La fase 3 si apre il primo luglio. "I voli internazionali sono ammessi in tutti gli aeroporti di Grecia. I visitatori sono soggetti a test casuali all'arrivo. Ulteriori restrizioni relative ad alcuni paesi saranno annunciate in un secondo momento. Inoltre: gli arrivi alle frontiere terrestri dall'Albania, dalla Macedonia del Nord e dalla Bulgaria saranno consentiti a partire dal 15 giugno. I visitatori saranno soggetti a test casuali all'arrivo".

Al momento, in attesa di eventuali novità, semaforo rosso ai turisti italiani da Finlandia. Germania, Danimarca, Malta, Belgio, Polonia, Romania, Ungheria, Norvegia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Bosnia, Polonia, Montenegro, Ucraina e Russia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggi anche:

Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 2 giugno: 19 casi in più e 12 decessi

Coronavirus Bologna e provincia 2 giugno: a Bologna e provincia + 5 casi e 5 morti 

Covid, Fase 2: cosa si può fare dal 3 giugno, le novità

Nuova ordinanza: in Emilia-Romagna riaprono terme, centri benessere e funivie

Analisi sull’andamento del Covid-19 in Emilia-Romagna nel mese di maggio

Aperti dopo le 21 nonostante l'ordinanza: multati e chiusi sette alimentari in centro

Turismo, più treni per la Riviera e rimborso spese per chi soggiorna in albergo

Test sierologici, la Regione ora li fa a taxisti, sacerdoti, donatori di sangue, farmacisti

Coronavirus, dalla Regione bonus affitto per famiglie e persone in difficoltà

Fase 2, nuova ordinanza sull'asporto in centro: Merola chiude alimentari alle 21

Fase 2, dehors temporanei e gratuiti: orari, zone e criteri. Tutte le novità

Coronavirus, anche la Regione apre alle cure al plasma

Scuola, protesta sul Crescentone: "Bambini dimenticati, riaprire in sicurezza" | VIDEO

Coronavirus, come è cambiata la nostra vita quotidiana: partecipa al sondaggio

Test sierologico: come funziona, dalla prenotazione all'esito | VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Matrimonio Elettra Lamborghini: tutti i dettagli della cerimonia a poche ore dal 'si'

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +99 positivi, 33 nel Bolognese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento