Festa della Donna: sciopero generale, piazze tematiche e corteo serale

Una festa che diventa anche sciopero: possibili disagi dalla scuola ai mezzi pubblici. Poi con 'Non una di meno', per il secondo anno consecutivo piazza tematica sul Crescentone la mattina e una manifestazione serale

Una festa che diventa anche sciopero. Questa l'iniziativa che oggi prende il via in occasione della Festa della Donna: una giornata per ricordare che non è solo commemorazione con mimose al seguito a celebrare la parità di genere, ma anche impegno politico.

Per questo, la rete 'Non una di meno' con lo slogan 'wetoogether' (un adattamento al grido 'metoo' riferito alla campagna anti-molestie sul lavoro partita da Hollywood, ndr) oggi si mette in mostra anche sotto le Due Torri.

Una piazza tematica la mattina, dalle 9 alle 13, sul Crescentone e un corteo serale in partenza alle 18 da Piazza del Nettuno sono gli appuntamenti che fanno da sfondo a una giornata dove i sindacati di base Usb, Slai Cobas e Usi, hanno indetto uno sciopero generale: anche se alcune categorie di lavoro, come le autonomie locali, i ministeri, il trasporto marittimo e i vigili del fuoco, sono state escluse dalla commissione di garanzia sugli scioperi (siamo ancora in periodo post-elettorale, ndr), rimane in piedi una giornata di astensione dal lavoro per tutte le altri settori: pubblici, privati e cooperativi. Non sono quindi esclusi disagi al trasporto pubblico (tranne le fasce di garanzia), alla scuola e alla sanità.

"Sarà sciopero femminista perché pretendiamo una trasformazione radicale della società -si legge sulla piattaforma web di 'Non una di meno'-  scioperiamo contro la violenza economica, la precarietà e le discriminazioni. Sovvertiamo le gerarchie sessuali, le norme di genere, i ruoli sociali imposti, i rapporti di potere che generano molestie e violenze. Rivendichiamo un reddito di autodeterminazione, un salario minimo europeo e un welfare universale, garantito e accessibile. Vogliamo autonomia e libertà di scelta sui nostri corpi e sulle nostre vite, vogliamo essere libere di muoverci e di restare contro la violenza del razzismo istituzionale e dei confini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Screenshot (535)-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm | Scuole, locali, palestre & co: ecco le nuove misure approvate

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • Bar e ristoranti, nuova ordinanza: fissato il termine di chiusure e riaperture

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

  • Gianluca Vacchi firma una cashback card: oltre ai benefit, c'è anche un progetto benefico

  • Trasporti bus e corriere Tper: sciopero il 23 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento