rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Argelato

Coniugi morti nello scontro aereo, la testimonianza: "Lui pilota esperto, forse una distrazione"

Parla il gestore del Reno Air Club, aviosuperficie di Argelato, dove il pilota Bruno Raccanelli, deceduto ieri in Puglia, era iscritto

"Bruno Raccanelli era un pilota esperto, con varie abilitazioni, volava da molti anni". A dirlo a Bologna Today, Renzo Giovannini, gestore del Reno Air Club - Aviosuperficie di Argelato - il pilota era iscritto alla nostro club, la moglie lo frequentava abitualmente". 

Bruno e la moglie Iolanda Benassi (71 e 69 anni) sono deceduti ieri, domenica 22 maggio, dopo uno scontro in volo: erano partiti dal Gargano, dall’aviosuperficie di San Giovanni Rotondo, ed erano diretti a Lecce. 

Errore umano?

Per Giovannini si è trattato di quello che si definisce "errore umano, una tragica fatalità. I piloti di circa 30 aerei avevano organizzato un tour sull'Italia, sarebbero dovuti arrivare in Sicilia, l'aeroplano del nostro socio, più veloce, ha tamponato quello che aveva davanti, più lento".  Ferito il pilota del secondo velivolo, originario del ravennate, costretto a un atterraggio di emergenza. 

Si sta cercando ancora di ricostruire la dinamica e la procura di Trani ha aperto un fascicolo per disastro e omicidio colposo: "Non si è ancora capito cosa sia successo - conferma Giovannini - forse Raccanelli stava guardando il GPS o altri strumenti, sta di fatto che avendo velocità diverse, si fa presto a guadagnare spazio". 

Bruno Raccanelli pilotava un Roco, un ultraleggero ad ala bassa di costruzione Ceca: "L'aeroplano era efficiente al 100% quindi credo si sia trattata di una distrazione, non di avaria. Era una persona di 70 anni, ma molto dinamica, tanti 50enni non hanno la sua vitalità, era anche istruttore subacqueo, era impegnato in molte attività". 

 R ANSA incidente aereo puglia bolognesi R ANSA-2

Le prime ricostruzioni

Stando a una primissima ricostruzione, condotta dalla polizia giunta sul posto assieme a 118 e vigili del fuoco, i due coniugi sarebbero morti in conseguenza dell'atterraggio di emergenza tra le campagne di Trani e Corato, in località Casalecchio. Il medico legale infatti avrebbe riscontrato da subito gravi ferite riportate dai due signori, palese conseguenza della manovra verso terra del velivolo. Ferito, ma in condizioni meno preoccupanti, il conducente dell'altro ultraleggero, un 57enne di origini ravennati.

Resta da chiarire la dinamica dell'incidente. Secondo i primi accertamenti -per questa categoria di velivoli non sono presenti scatole nere e rotte prestabilite- tutto l'incidente si sarebbe originato da un contatto tra i due aerei, che poco prima della tragedia avrebbero volato vicini. Su cosa abbia causato la collisione sono al lavoro i tecnici della procura. E' stata aperta una inchiesta per disastro aereo e omicidio colposo 

I messaggi degli amici e dei club

La Fias, Federazione Italiana Attività Subacque ha ricordato “Due Amici che con tutti noi hanno condiviso, cene, viaggi, immersioni, vacanze, momenti che resteranno dentro di noi”. Così Sub Olimpia 1967: “Una coppia meravigliosa, ci hanno lasciato tragicamente. Il tuo sorriso, la tua allegria i tuoi hip hip hurrà saranno sempre con noi . Ciao Racca!”

"Non smetteva mai di sorridere - ha scritto l'amico Luca - Lui è, ed era Bruno Raccanelli. Un buon amico, per tante volte un grande compagno di viaggio su una passione comune, il volo. In viaggio per la Puglia, con la sua amata Jolanda Benassi ci hanno tragicamente lasciati soli. Caro Bruno e dolce Jole siete state due bellissime persone in tanti felici momenti da ricordare.  Non riesco ancora a comprendere che possa essere vero. Ci vorrebbe un amico, Per poterti dimenticare. Ci vorrebbe un amico, Per dimenticare il male. Ci vorrebbe un amico, Qui per sempre al mio fianco. Ci vorrebbe un amico, Nel dolore e nel rimpianto. Quel rimpianto che mi fa pensare che Volerai lassù con la tua dolce metà, per sempre. Ciao amico mio".

"Ciao Iole. Buona amica, sincera, allegra. Vola alto con il tuo Bruno. Sarai sempre nel mio cuore" si legge sul profilo di Iolanda Benassi. 

(Foto Facebook Foggia Today)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coniugi morti nello scontro aereo, la testimonianza: "Lui pilota esperto, forse una distrazione"

BolognaToday è in caricamento