Cronaca Navile / Piazza Liber Paradisus

Equitalia nel mirino, apre ai contribuenti: “Non disperate, la soluzione c’è”

Crisi e debiti, cittadini esasperati. La loro rabbia si riversa anche su Equitalia, bersaglio anche di atti violenti e minacce. Il gruppo si difende e cerca un dialogo con i contribuenti in difficoltà: "Venite agli sportelli e risolveremo"

Giorni difficili per Equitalia, nel mirino di atti violenti e minacce in tutta Italia. Le difficoltà economiche dei contribuenti - passati in molti casi alla cronaca nera per i numerosi suicidi registrati nelle ultime settimane e per le manifestazioni dei familiari delle “vittime del fisco” (le Vedove della Crisi) - hanno portato alcuni gruppi ad azioni terroristiche pesanti e ingiustificabili.

E se da un lato i contribuenti accusano il Gruppo di metodi 'poco umani' nella riscossione del credito e puntano il dito contro 'no stato assente, che deve cambiare le sue leggi', dall'altro canto i lavoratori delle sedi Equitalia si sentono minacciati e oggi anche il premier Mario Monti ha espresso solidarietà a chi per questioni professionali si sente in pericolo: “"Grazie a tutti i dipendenti della Pubblica amministrazione che in questa fase di forti tensioni affrontano particolari criticità e persino rischi per la loro incolumità, come vediamo dalla cronaca".

Michele Giardino, responsabile Comunicazione di Equitalia Centro, manda un messaggio chiaro ai contribuenti in difficoltà, dopo la difficile giornata di ieri: “Rinnovo l’invito a chi si trova in una situazione difficile a causa della crisi a non disperare e a rivolgersi ai nostri sportelli per rappresentare la propria situazione. Proprio a Bologna è nato il primo Sportello Amico di Equitalia. Troveremo di sicuro una soluzione che soddisfi tutti”.

Ieri la Questura era stata allarmata dalla comunicazione che una bomba sarebbe esplosa nel giro di 30 minuti nella sede bolognese di Equitalia: “Sono arrivati Digos e artificieri e hanno perlustrato l’intero edificio – ha raccontato Giardino a Bologna Today – senza trovare nulla di pericoloso. Gli uffici sono stati sgomberati interrompendo il servizio al pubblico e creando dunque un disservizio per la comunità.

Ma qual è lo stato d’animo dei dipendenti di Equitalia? “Il clima non è certo sereno. Si può immaginare il disagio nel vedere il proprio posto di lavoro minacciato, nel doverlo abbandonare e vedere il presidio della Polizia. Tutti i dipendenti sono consapevoli dell’attacco che stiamo subendo, ma continueremo a garantire la nostra professionalità nonostante i ragionevoli timori”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Equitalia nel mirino, apre ai contribuenti: “Non disperate, la soluzione c’è”
BolognaToday è in caricamento