Alberghi danneggiati dai T-Days? Il Tar dice no. Federalberghi prosegue

L'udienza in camera di consiglio si è tenuta ieri ma il tribunale aveva si era già pronunciato con decreto, respingendo il ricorso. Ora Federalberghi potrebbe ricorrere al consiglio di stato

Il Tar dell'Emilia-Romagna ha respinto con un'ordinanza cautelare la domanda di sospensiva, presentata da Federalberghi, contro i T-Days del Comune di Bologna. Il tribunale non ha ravvisato l'esistenza di un danno grave e irreparabile per gli hotel dall'iniziativa lanciata dalla giunta Merola che chiude al traffico durante i week-end, senza eccezioni per taxi e bus, le tre vie più centrali della città. Gli albergatori si ritengono danneggiati da questa pedonalizzazione. L'udienza in camera di consiglio si è tenuta ieri. Il tribunale aveva si era già pronunciato con decreto, respingendo il ricorso. Ora Federalberghi, assistita dagli Micaela Grandi e Gianluigi Pagani, potrebbe ricorrere al consiglio di stato. In ogni caso, al Tar sarà fissata l'udienza in cui i giudici decideranno sul merito per poi emettere una sentenza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Incidente, scontro frontale a Castel Guelfo: 24enne grave al Maggiore

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento