menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto Francesco Martani, il "papà" del museo di Ca' la Ghironda

Zola in lutto per la scomparsa del suo cittadino onorario, medico di professione, artista per vocazione. L'amministrazione: "Troveremo il modo per ricordarlo in modo appropriato"

E' morto il prof. Francesco Martani, il professore  si è spento oggi, all'età di 85 anni. Medico di professione, artista nell'animo, Martani è stato il papà del Museum di Ca' la Ghironda di Zola, comune al quale era legato profondamente, come testimoniano anche le sue sculture sparse nel territorio.

Lombardo di nascita,  bolognese d’adozione, è stata una figura alquanto eterogenea e complessa i cui interessi e saperi spaziavano dalla scienza, alla medicina, dall’arte  al collezionismo. Era un uomo di cultura, un divulgatore appassionato dallo spirito aperto e molto collaborativo. Tantissime le sue pubblicazioni, le sue opere, lavori che resteranno a perenne testimonianza della grandezza dell’uomo e dell’artista, lavori ai quali ha lavorato fino alla fine, nella pace della sua Cà la Ghironda, come amava fare.

"Cà La Ghironda - sottolinea lamministrazione di Zola - centro museale da lui fondato è stata, ed è ancora per Zola Predosa un centro di eccellenza, un valore aggiunto per il territorio, uno splendido sito immerso nella natura, in cui arte, associazionismo culturale, natura vanno di pari passo ed all’interno del quale è sorto un museo d’arte di grande valore nazionale ed internazionale che permette a Zola Predosa di qualificarsi e di aggiungere prestigio ed interesse al suo territorio".

“Perdiamo un caro amico, una persona speciale”, ha commentato il sindaco Stefano Fiorini, che continua “Francesco per Zola Predosa c’era sempre. Lo ricordo, nel corso degli anni sempre presente, sempre attento e sempre partecipativo. Mai banale, con una passione non solo per l’arte ma per la società in generale e per ogni ambito del vissuto quotidiano. Mi piace ricordarlo come persona molto attenta soprattutto ai giovani, ai giovani artisti e ne ripercorro la passione con la quale, solo il mese scorso, ci raccontava dell’inaugurazione a Cà La Ghironda di una mostra di un giovanissimo artista , del suo orgoglio di “padre nobile”.

“Troveremo il modo”, dichiara invece l’assessore alla cultura Giuseppe Buccelli ,  “di ricordarne la figura nel modo più appropriato, valorizzando com’e giusto ed opportuno fare un grande artista ed un grandissimo uomo che mancherà molto a tutta Zola Predosa”  
        

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento