Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Zona Universitaria / Via Centotrecento

Lutto in via Centrotrecento: addio a Jamil, titolare del primo 'palestinese' d'Italia

A Bologna dalla fine degli anni '70 per studiare, ha poi aperto uno dei locali più storici dell'intera zona universitari. La gestione ora in mano ai figli, che annunciano novità

Su internet compare la scritta "chiuso definitivamente" ma presto qualcos'altro risorgerà dalle cenere, anche se forse non nello stesso posto. Se ne è andato Jamil Shihade, 71 anni, storico titolare del locale meglio conosciuto -forse con un poco di superficialità- come 'il palestinese di via Centotrecento'.

Laureatosi in farmacia verso la fine degli anni '70, Shihade aveva aperto il suo ristorante -sembra il primo in Italia- di cucina tipica palestinese, quando ancora il falafel e il kebab erano sconosciuti a queste latitudini. Ma la storia di Jamil e del suo locale non è stata solo cibo. Punto di riferimento anche della comunità palestinese sotto le Torri, alla corte di via Centotrecento sono passate anche diverse riunioni prima delle manifestazioni pro palestina che negli anni si sono organizzate in città.

Tra i vari personaggi che ora danno il commiato allo storico personaggio c'è anche la candidata sindaca Marta Collot, che in un messaggio ricorda: "Abbiamo perso una persona preziosa che era stata in grado anche di costruire un'attività nel centro di Bologna, resistendo ai dettami della city of food. L'ultima mobilitazione in cui la Bologna solidale con la resistenza palestinese ha avuto modo di riempire con lui le strade cittadine è stata questa primavera, nei giorni tremendi dei grandi bombardamenti su Gaza".

Ora l'attività -o meglio l'idea, il progetto- è passato di mano al figlio Omar, che in cantiere sui social ha già disseminato qualche segnale su quello che sarà il seguito dell'eredità culturale lasciata da Jamil.  "Ciao sarà una shawarmoteca dove gustare l’antica ricetta del kebab preparato da anni dalla famiglia di Omar -si legge in un messaggio- Ci vediamo tra un po’".

(Foto: profilo Fb Anticacaffetteriaalsalam)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto in via Centrotrecento: addio a Jamil, titolare del primo 'palestinese' d'Italia

BolognaToday è in caricamento