Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico

Molestie in centro, il maniaco seriale ricercato per stupro in Inghilterra?

L'identikit del palpeggiatore che ha agito in città è molto simile a quello di un uomo ricercato per aver commesso degli stupri a Londra

Il maniaco di Bologna, l'uomo di cui abbiamo l'identikit, ma che non è ancora stato individuato è diventato un caso nazionale. Meglio, internazionale. La trasmissione "Chi l'ha Visto" infatti ha raccolto testimonianze, intervistato una delle giovani vittime (GUARDA IL VIDEO) e incrociato il profilo del "palpeggiatore", riscontrando una certa somiglianza con un uomo ricercato in Inghilterra per stupro .

Il volto del presunto molestatore seriale di Bologna resta ancora soltanto un disegno, ma ora i suoi lineamenti si potrebbero incrociare con quelli di un uomo che a Londra ha violentato alcune donne: sarà davvero lo stesso soggetto?

Intanto nel capoluogo felsineo sono stati assunti alcuni fotogrammi dalle telecamere di sicurezza nel centro cittadino. Dalle immagini acquisite dalla Polizia si scorgerebbe la figura dell'uomo ricercato, ripreso proprio mentre pedina una delle vittime. Ma è impossibile vederne il volto.

Facendo il punto, ad oggi sono cinque gli episodi di molestia sessuale, che potrebbero essere stati eseguiti dallo stesso autore. L'ultimo denunciato ieri dopo la divulgazione delle immagini del presunto autore dei fatti, i primi tre lo scorso fine settimana, e il quarto a seguito dell'appello attraverso il quale la Procura invitava le eventuali vittime a farsi avanti. Nessuna nuova segnalazione da altre vittime del molestatore, la cui "serialità" dell'operato ormai è ipotesi sempre più accreditata.
Gli inquirenti concentrano le attenzioni su un paio di nomi, uno forse su tutti, uno straniero, che potrebbe anche aver cercato rifugio fuori Bologna.

Ad oggi sono tre, invece, gli identikit forniti, cui corrisponderebbero i due nomi sospetti su cui gli investigatori si stanno concentrando. Il primo - stilato sulle base delle testimonianze raccolte dalla barista aggredita l'11 gennaio in via San felice 98 - mostra un uomo di corporatura esile, sui 25 anni, altezza circa 180 cm, carnagione chiara, capelli biondi , corti ai lati e con acconciatura al lato con gel. Fronte alta, sopracciglia chiare, occhi azzurri. Aspetto curato, accento inglese. Indossa un trench 3/4 di panno scuro, scarpe eleganti, sciarpa leggera.

Il 2° identikit - sulle base delle testimonianze raccolte dalle donne molestate tra via San Felice e Via Calari - vede un uomo di età sui 25-28, altezza 175 cm circa, magro con gambe sottili, viso magro, carnagione chiara, i capelli erano coperti da un cappuccio. Sopracciglia curate biondo cenere, occhi stretti e chiari, labbra sottili, aspetto curato. In questo caso non è stato sentito parlare. Indossa un trench 3/4 nero e indumento con cappuccio, pantaloni aderenti e foulard/sciarpa leggera.

L'ultimo identikit - sulle base della testimonianze raccolte dalla giovane assalita in via Mascarella 5 - contempla un uomo sui 27-35 anni, snello, guance magre, carnagione chiara, capelli molto corti bindo 'nordico, occhi azzurri, naso stretto a punta, aspetto curato, accento non italiano. Indossa trench 3/4 di panno nero, pantaloni nero dentro stivaletti-anfibi tipo 'blundstone'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie in centro, il maniaco seriale ricercato per stupro in Inghilterra?

BolognaToday è in caricamento