menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Saluto romano dopo goal a Marzabotto, giudice conferma archiviazione per giocatore

Eugenio Maria Luppi era finito sotto indagine per apologia di fascismo

Il Comune di Marzabotto "non può essere ritenuto persona offesa" nel procedimento per apologia di fascismo a carico di un calciatore dilettante, e quindi il suo reclamo contro l'archiviazione dell'indagine "non è fondato".

Questa la decisione del giudice bolognese Paola Palladino, che conferma quindi l'archiviazione per l'attaccante, finito sotto indagine perché il 12 novembre 2017 fece il saluto romano e mostrò una maglietta con il simbolo della Repubblica sociale italiana dopo aver segnato un gol proprio a Marzabotto, teatro di una delle più feroci stragi naziste.

Marzabotto, esulta in campo con saluto fascista: calciatore denunciato

La Procura aveva chiesto l'archiviazione dell'indagine, poi disposta dal gip in quanto nel gesto di Luppi non venne ravvisato "nessun pericolo all'ordinamento democratico", ma il Comune di Marzabotto, rappresentato dall'avvocato Andrea Speranzoni, aveva chiesto l'annullamento del provvedimento lamentando una violazione del principio del contraddittorio.

In particolare, l'amministrazione contestava il fatto di non essere stata ritenuta parte offesa e quindi di non essere stata avvisata della richiesta di archiviazione. La Procura, infatti, aveva ritenuto che l'unica parte offesa fosse lo Stato, e Palladino accoglie questa impostazione, affermando che il Comune "non puo' essere ritenuto parte offesa" in quanto "l'interesse protetto dai reati" come l'apologia di fascismo è "l'integrità dell'ordinamento democratico e costituzionale". Nel provvedimento, il giudice rileva che il Comune "potrà semmai assumere la veste di soggetto danneggiato, che non ha diritto a ricevere la notifica della richiesta di archiviazione", e per questo motivo conferma l'archiviazione al giocatore, condannando l'amministrazione al pagamento delle spese del procedimento. (Ama/ Dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento