rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Incidente in parapendio: chi era l'attore morto sul Monte Avena

Il volo era la sua più grande passione dopo il teatro. Madrigali era di casa sulle Dolomiti feltrine

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Il volo e il teatro. Erano queste le due grandi passioni di Massimo Madrigali, l’attore bolognese  55enne morto il 19 maggio sul Monte Avena, sulle Dolomiti bellunesi. Poco prima era decollato in parapendio dall’area all’incrocio con Malga Campet, che frequentava abitualmente, poi l’incidente.

Improvvisamente si è chiusa la vela del parapendio e Madrigali si è schiantato al suolo da un’altezza  di circa 20 metri, a cui hanno assistito diversi testimoni.

Sul luogo dell'incidente sono immediatamente intervenuti i soccorritori dell'Ulss e del Soccorso Alpino, ma per l’attore bolognese 55enne non c’è stato più nulla da fare.

Il ricordo del Teatro Evento

Da una trentina d’anni Madrigali, che viveva a Bologna con la mamma ma era spesso sulle Dolomiti, lavorava Teatro Evento di Vignola. Dopo la pandemia, però aveva rallentato l’attività e si era dedicato soprattutto alla sua passione per il volo. Non solo parapendio, ma anche paracadutismo e deltaplano, che praticava sulle Dolomiti feltrine.

 "Apprendiamo con sgomento l'improvvisa scomparsa di Massimo Madrigali - scrivono in un post sui social i responsabili di Teatro Evento - attore 'storico' di Teatro Evento, iniziò a lavorare con noi nemmeno ventenne nel 1987... più di 30 anni di lavoro insieme, più di 30 spettacoli interpretati, decine di migliaia di piccoli spettatori incontrati... ti ricordiamo così, insieme a loro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente in parapendio: chi era l'attore morto sul Monte Avena

BolognaToday è in caricamento