Neve in arrivo, in Appennino lavori sperimentali sulle linee elettriche

Il sindaco di Monzuno: "La prevenzione è fondamentale per evitare pesanti disagi alle comunità, così come aaccaduto negli ultimi anni".

Evitare di essere colti di sorpresa per limitare i disagi alle comunità in caso di abbondandi nevicate è l'obiettivo dei sindaci della montagna. Per questo, in alcuni territori, sono già partiti i lavori  sperimentali di taglio e potatura alberi, realizzati da E-Distribuzione per risolvere, almeno in  parte, i danni derivanti dalla possibile caduta di alberi sulle linee elettriche a causa della neve. Un intervento importante e innovativo, così come spiega il primo cittadino di Monzuno, Marco Mastacchi: "Dopo quanto accaduto gli scorsi anni finalmente sono stati presi dei provvedimenti - commenta a BolognaToday il sindaco - e nella fascia tra Monzuno, Monghidoro e Loiano sono partiti nei giorni scorsi i primi lavori. Si tratta di interventi straordinari, e con Enel -Distribuzione abbiamo concordato di fare anche interventi di sperimentazione di taglio alberi fuori fascia,  cioè tagli realizzati  fuori dalle aree di di pertinenza per ulterioti otto metri. In questo modo si cerca di evitare che il peso della neve possa far cadere tronchi e rami sulle linee".

Prevenzione quindi, è la nuova parola d'ordine in vista dell'inverno: " Speriamo che questo sia l'inizio di una nuova era, dove si inizia a  lavorare con il bel tempo per evitare danni in caso di abbandonati nevicate e freddo gelido - conclude Mastacchi - Enel Distribuzione ha sta intervenendo anche sui cavi intrecciati, che danno maggiori garanzie su questi fronti. Dopo quanto accaduto nel corso degli ultimi anni, qualcosa finalmente inzia a cambiare, e anche la Montagna fa sentire la propria voce. Ringrazio tutti per la collaborazione, visto che gli interventi in corso vedono interessati anche i privati, proprietari, in alcuni casi, di porzioni di terra al confine con le linee elettriche".

I lavori sono stati avviati  dopo un'attenta analisi del territorio, che ha preso in considerazione, e studiato, quanto accaduto durante gli scorsi inverni, dove centinaia di persone sono rimaste per giorni senza corrente: un piano di interventi triennale, spalmato su diverse aree della montagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento