menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vietato giocare a calcio a scuola: piovono lamentele sulla nuova direttiva

Al via la nuova direttiva che coinvolge alcuni istituti del territorio di San Lazzaro. L'Assessore Simon: "Se è un problema di sicurezza o spazi, siamo a disponibili a riadattarli"

Fa discutere la nuova direttiva in vigore in alcune scuole dell'infanzia a San Lazzaro, che da ieri vieta di giocare a pallone negli spazi esterni e nei giardini degli istituti.  O meglio, è possibile farlo solo con palle di spugna in dotazione alle scuole. Una decisione che coinvolge le scuole dell'infanzia La Cicogna, Di Vittorio, Idice e Ponticella, primarie Donini, Don Trombelli  e Milani e le medie Jussi.

"Siamo al corrente di questa nuova direttiva - spiega a BolognaToday l'assessore alla Scuola Benedetta Simon - Per noi il gioco all'aperto, così come l'educazione all'aperto è fondamentale in quella fascia di età. Se  è un problema di sicurezza, se è perchè gli spazi esterni di queste scuole devono essere addattati noi ci siamo, siamo a disponibili a riadattarle". 

Un divieto dell'istituto comprensivo che sembra essere scaturito dalla volontà di tutelare la sicurezza dei bambini, così come del personale,  durante la ricreazione, con la volontà di promuovere giochi "alternativi" che possano coinvogere tutti i bambini, non solo quelli che amano rincorrere un pallone. Una decisione che però non trova tutti d'accordo, tanto che alcuni genitori, appresa la notizia, hanno immediatamente chiesto spiegazioni. Una scelta che continuerà a far discutere, tra prese di posizione e richieste di spiegazioni. Ma a dare spiegazioni è la dirigente dell’Istituto comprensivo, Amneris Vigarani: “È un provvedimento che esisteva già quando andavo a scuola io - commenta a BolognaToday - I bambini possono giocare a palla, l’unico gioco che non possono fare è quello del calcio. È uno sport che ha precise regole e le maestre non sono arbitri o allenatori. Se ci fosse qualche allenatore che vuole fare qualche proposta siamo ben contenti di discuterne. Tutti gli alunni possono usufruire di palloni adatti forniti dalla scuola, e fare tutti i giochi, tranne il calcio perché ripeto, è una questione di sicurezza, nulla più”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento