rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Referendum su Passante di mezzo: "Segno che opposizione non trova maturità"

Così il senatore di Area popolare Marino, che invece promuove l'infrastruttura: "Dopo troppi anni di attese finalmente attuazione di un processo virtuoso per riqualificare la viabilità e per rilanciare il nostro sistema infrastrutturale" . Intanto all'Urban center tutto sull'opera

"Pur non condividendo tutte le scelte amministrative del sindaco Virginio Merola  credo che il progetto preliminare del Passante di mezzo, presentato in Consiglio comunale, sia un passo avanti necessario per modernizzare Bologna, l'area metropolitana e l'intero Paese"

Il senatore bolognese di Area popolare (Ncd-Udc) Luigi Marino promuove l'infrastruttura. In una nota, infatti, Marino afferma che "dopo troppi anni di attese, rimpalli di responsabilita e ingiustificabili ritardi, per i quali i responsabili non saranno chiamati a rispondere sul piano economico e sociale", con l'avvio dell'opera, "che dovrà essere realizzata nei tempi previsti e senza ritardi, si da' finalmente attuazione ad un processo virtuoso per riqualificare la viabilità e per rilanciare il nostro sistema infrastrutturale"

REFERENDUM. Dall'altro lato c'è chi ha in mente di promuovere un referendum contro il Passante. Proposta caldeggiata da FI, che oggi terrà appunto un incontro sul tema. L'appello alle altre forze dell'opposizione, però, almeno per quanto riguarda Marino è decisamente rigettato: la proposta "è il segno più evidente ed eloquente dello stato dell'opposizione bolognese al Pd, che non riesce a trovare ancora l'epoca della maturità, bensì sempre e solo quella del gioco infantile, capace di dire sempre e solo no". Su alcune partite "strategiche per lo sviluppo ed il rilancio del territorio, prima fra tutte quella che riguarda il piano delle infrastrutture- scrive il parlamentare centrista- occorrerebbe giocare di squadra, cercando una sintesi ragionevole". Invece, nel dibattito in cittàa'' "rischiano di prevalere, ancora una volta, contrapposizioni ideologiche incuranti degli interessi collettivi", manda a dire Marino.

ALL'URBAN CENTER TUTTO SULLA NUOVA OPERA.  Intanto all'Urban center è stato installato un corner informativo: due pannelli, due totem, un video e un computer "sono a disposizione di chiunque voglia approfondire gli interventi infrastrutturali, architettonici e ambientali previsti dal progetto, le principali tematiche ad , come ad esempio il tema della qualità dell'aria, e le tappe del confronto pubblico", spiegano dall'Urban center.

Il corner informativo sarà a disposizione della cittadinanza per tutta la durata del confronto pubblico sul Passante, avviato venerdì scorso con la presentazione pubblica del progetto in Consiglio comunale. Questo iter partecipativo, ricorda l'Urban center, si concluderà il 29 ottobre con la presentazione di un rapporto finale. Complessivament sono previsti nove incontri: cinque di presentazione del progetto nei quartieri e quattro tavoli tematici di approfondimento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum su Passante di mezzo: "Segno che opposizione non trova maturità"

BolognaToday è in caricamento