Cronaca Giardini Margherita

Giardini Margherita, derubano la fidanzata e lui interviene: aggredito dal "branco"

In una decina lo hanno accerchiato dopo che il giovane, avvistando alcuni soggetti con il telefonino della fidanzata in mano, aveva minacciato di chiamare la polizia. Un 20enne in manette, la vittima in ospedale

Assalito dal 'branco' dopo essersi accorto che alla ragazza era stata rubata la borsa. E' quanto accaduto ad un 22enne ieri sera ai Giardini Margherita.  Sul posto è stata allertata una volante della Polizia, all'arrivo degli agenti il gruppetto si era dato al fuggi-fuggi, uno solo è stato catturato ed è finito in manette per rapina aggravata in concorso.

La vittima - ha raccontato ai poliziotti - si trovava all'interno dello Chalet, nel parco pubblico, quando si è accorto che alla sua fidanzata era sparita la borsa. Uscito fuori dal locale il 22enne ha visto un gruppetto di persone con in mano un telefonino cellulare identico a quello della sua ragazza. A quel punto ha estratto dalla tasca il proprio telefono intimando: 'Ridatemi il cellulare o chiamo la polizia'.

Tanto è  bastato per farlo accerchiare dal gruppetto, uno di loro gli si è avventato addosso strappandogli dalle mani il telefono con il quale il giovane stava tentando di allertare la polizia. E' stato strattonato con violenza da più persone, fin quando sono sopraggiunti gli addetti alla sicurezza dello Chalet. Alla loro vista il gruppetto si è dileguato, uno solo non è riuscito a scappare. Trattenuto, è stato consegnato alla polizia, nel frattempo intervenuta sul posto. Si tratta di un 20enne rumeno, senza precedenti. Risponderà di rapina aggravata in concorso.

Il giovane aggredito è stato trasportato all'ospedale Sant'Orsola, dove gli è stato diagnosticato un trauma policontusivo, giudicato guaribile in 5 giorni.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardini Margherita, derubano la fidanzata e lui interviene: aggredito dal "branco"

BolognaToday è in caricamento