Cronaca Centro Storico / Strada Maggiore

Rapina in Strada Maggiore: 23enne sbattuto al muro, malmenato e minacciato con vetri rotti

La vittima è stata aggredita e derubata da due soggetti, che dopo il 'colpo' si sono dati alla fuga: uno dei malviventi è stato intercettato poco dopo il fatto ed è finito alla Dozza

Malmenato e minacciato con vetri rotti, per poi essere derubato del telefonino. E' la brutta avventura toccata ad un giovane 23enne spagnolo, residente a Modena, la scorsa domenica, verso le 6, in Strada Maggiore.

La vittima stava camminando in strada, quando è stata avvicinata dai due balordi, scaraventata contro un muro, schiaffeggiata e minacciata col collo rotto di una bottiglia di vetro, non ha opposto resistenza fino a quando i due non si sono allontanati con la refurtiva. A quel punto, il giovane ha chiesto aiuto a un passante che ha telefonato al 112 segnalando l’accaduto.

Uno dei due rapinatori, un 43enne algerino, è stato individuato poco dopo dai Carabinieri in un cantiere di via Guerrazzi, dove era andato a nascondersi per sfuggire ai militari che lo stavano cercando. L’arrestato è noto alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio, in materia di immigrazione e di sostanze stupefacenti: sei denunce nel 2013, due denunce e un arresto nel 2014, una denuncia nel 2015, un arresto e un'altra denuncia nel 2016.
Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il rapinatore è stato recluso all'interno del carcere della Dozza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in Strada Maggiore: 23enne sbattuto al muro, malmenato e minacciato con vetri rotti
BolognaToday è in caricamento