Terremoto Bologna, domani riaprono i cimiteri della Certosa e Borgo Panigale

Chiusi in via precauzionale inseguito ad alcune crepe registrate dopo le violente scosse, tornano ad aprire i battenti. Per la Chiesa di San Girolamo via libera a funerali: ancora stop, invece, alle visite

A Palazzo D'accursio oggi si fa il punto sugli edifici di culto cittadini interdetti al pubblico dopo le scosse di terremoto dei giorni scorsi. Crepe sono state rilevate all'interno del cimitero della Certosa e di Borgo Panigale, che hanno suggerito la chiusura in via precauzionale delle strutture. Ma da domani - terminati i controlli - saranno dinuovo accessibili.

A comunicarlo è l'assessore ai Lavori pubblici Riccardo Malagoli, che fotografa danni e situazione: "Alcune  porzioni  del  cimitero della Certosa - dichiara l'assessore - sono state chiuse in miniera precauzionale; tra queste  figura  la chiesa di San Girolamo, dove si sono riscontrate lesioni nel   transetto   corrispondente   alla   cappella  di  San  Girolamo,  non significative  in  uno  situazione  normale,  ma  pericolose nel caso di un ulteriore  sisma.  Si  è  ritenuto,  pertanto,  di lasciare temporaneamente accessibile  per  le funzioni solo la navata centrale. Il Campanile è stato oggetto di verifica, dalla quale non sono emerse lesioni significative. In  altre  zone,  invece,  si  è  dovuto  procedere  alla  chiusura  e alla puntellatura,   in   quanto   si  rilevavano  condizioni  di  pericolo  per l’incolumità  dei  visitatori,  causate  dai  danni  derivanti  dal recente terremoto.  A  seguito della esecuzione delle puntellature e della verifica della  loro  efficacia,  in relazione soprattutto alla interdizione di zone lesionate dal sisma, si è autorizzata oggi l'apertura dei cimiteri".

L'assessore anticipa anche gli imminenti lavori di manutenzione in Certosa: "E' in  essere  un  cantiere  di Hera per la sistemazione  di  alcune  porzioni di coperto, con successiva riapertura di zone transennate da anni quali Sala delle Tombe, Loggiato delle Tombe, Sala delle Catacombe e Galleria tre Navate. E’ in procinto di iniziare (i lavori sono già stati aggiudicati) un ulteriore cantiere del Comune di Bologna che prevede  la  risistemazione  di altre porzioni, quali il Chiostro VIII,  il Chiostro IX e parte del Cortile della Chiesa.  Tali  opere  non  esauriscono  i problemi manutentivi della Certosa, ma, in assenza di evento sismico, avrebbero reso accessibile la quasi totalità del cimitero,  in  particolare,  nel  piano  investimenti, come lei sicuramente saprà, è previsto comunque un ulteriore  stanziamento da parte del comune di Bologna  di un milione di euro per la manutenzione del cimitero monumentale della Certosa.

Per quanto riguarda il Cimitero di Borgo Panigale - rende noto Malagoli - "le porzioni nelle quali si  sono  riscontrate problematiche a seguito del sisma sono il Chiostro di ingresso  e  quello retrostante, risalenti agli anni 30-40 e realizzati non in  cemento  armato,  ma in muratura. Fabbricati che devono essere messi in sicurezza prima di procedere alla riapertura".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

  • Incidente a Monte San Pietro, malore alla guida: automobilista si schianta e muore

Torna su
BolognaToday è in caricamento