menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenta la figlia 14enne della compagna: arrestato

Custodia cautelare nei confronti di un 38enne boliviano. Le violenze risalgono a un anno fa, tre episodi tra i mesi di febbraio e giugno 2018 

La Polizia di Stato di Bologna ha arrestato un uomo per violenza sessuale ai danni di una ragazza minorenne. Gli agenti della Squadra Mobile della questura, nel corso della giornata di ieri, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Bologna su richiesta della Procura nei confronti di un uomo, 38enne, di nazionalità boliviana. 

L’indagine, condotta dalla Sezione della Squadra Mobile di Bologna specializzata nel contrasto alle Violenze di Genere, ha permesso di riscontrare le confidenze fatte dalla giovane alla madre e di acquisire elementi probatori sulle violenze avvenute tra i mesi di febbraio e giugno 2018. 

La ragazza era appena 14enne quando si è verificato il primo episodio di palpeggiamento, al quale è seguito un secondo episodio di violenza, un rapporto sessuale completo, e infine un ulteriore tentativo di aggressione da parte dell’uomo.

L’indagine ha preso le mosse nel marzo scorso con una segnalazione dei Servizi Sociali Tutela Minori che riferiva di possibili abusi sessuali subiti da una giovane minorenne, nata a Bologna, da parte del convivente della madre.

In particolare, a seguito di alcuni problemi riscontrati in relazione al profitto e alla frequenza scolastica della ragazza, la scuola aveva richiesto l’intervento del Servizio Educativo Scolastico territoriale e l’educatrice aveva convocato la madre e la ragazza per un colloquio di approfondimento della segnalazione. Nel corso di un preliminare colloquio, la madre aveva riferito all’educatrice di confidenze che aveva ricevuto dalla figlia riguardo ad una violenza sessuale subita dal compagno convivente della donna.

Secondo gli investigatori, le violenze sono avvenute in un buon contesto familiare, con rapporti equilibrati, tanto da non far sospettare nulla alla madre. Le prime confidenza della ragazza infatti erano state generiche, a parte il rifiuto di imparare la lingua spagnola. Elemento che le riportava alla mente la figura dell’indagato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento