rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024

Aborto, la direttrice di Ginecologia: "Una donna temeva le avrei fatto sentire il battito" | VIDEO

Intervista a Marinella Lenzi, primaria del reparto di Ginecologia e Ostetricia dell'Ausl di Bologna

A Bologna nel 2021 c'è un dato di obiezione del 48,6%: 71% al Sant'Orsola e 26% negli ospedali Ausl.

Diverso invece, come spiega la Direttrice di Ginecologia dell'Ausl di Bologna, Marinella Lenzi, è il numero assoluto di aborti rispetto agli anni precedenti, : nel 2021 in regione si è registrato il numero più basso di interruzioni volontarie di gravidanza, per la prima volta sotto 6mila, sotto i mille nel territorio di Bologna. Parallelamente, aumentano gli aborti farmacologici con la pillola Ru486: lo scorso anno il 62% sono stati effettuati con questo trattamento. A Bologna 193 nell'azienda ospedaliera e 731 negli ospedali Ausl.

Sia al Sant'Orsola che negli ospedali Ausl l’incidenza dell’obiezione di coscienza ad oggi non determina problemi nell’erogazione del servizio, come evidenziato dagli indicatori che valutano l’efficienza del percorso (tempo d’attesa tra rilascio del certificato ed intervento; età gestazionale al momento dell’intervento).

Diritto all'aborto a Bologna. Dall'obiezione alla pillola nei consultori, a che punto siamo | VIDEO

Video popolari

Aborto, la direttrice di Ginecologia: "Una donna temeva le avrei fatto sentire il battito" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento