Aborto, Lega E-R: "Pillola fai da te, metodo contraccettivo"

L'attacco del consigliere regionale Montevecchi

"Il Governo, a partire dal Ministro Speranza, si impegna tanto per banalizzare sempre di più l'aborto, ormai considerato un metodo contraccettivo, e intende facilitarlo, stile "fai da te", con la pillola abortiva Ru486 in day hospital, senza il ricovero ospedaliero di tre giorni".

È l'accusa di Matteo Montevecchi, consigliere regionale delle Lega in Emilia-Romagna che non usa mezzi termini parlando delle nuove linee sull'aborto: "Scelte che appaiono puramente ideologiche e non tengono nemmeno conto della salute della donna. Vorrei far notare ai "democratici" che il nostro Paese ha drammaticamente toccato il minimo storico delle nascite dall'Unità d'Italia ad oggi - scrive - ma sono troppo schizzinosi per sostenere i Centri di Aiuto alla Vita, le donne in gravidanza in difficoltà economica e tutte quelle politiche pro-family che servono come il pane e mirano davvero ad incentivare la natalità". 

"Ci tengono a farsi chiamare progressisti - conclude il consigliere del Carroccio - ma in realtà si comportano da regressisti, allergici alla più grande, continua e sacra novità su questa terra: la vita. Siamo solidali con il Presidente dell'Umbria Donatella Tesei e sosteniamo la sua delibera. Se dipendesse da noi, anche l'Emilia Romagna intraprendebbe questa strada".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento