menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentato omicidio a Imola: importuna ragazza, 35enne accoltellato per vendetta

Profonda ferita all'addome, l'uomo è stato operato d'urgenza al Maggiore. L'aggressore, rintracciato poche ore dopo, ha confessato: il movente la vendetta per molestie verbali e fisiche

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Imola hanno eseguito un fermo d’indiziato di delitto nei confronti di un 26enne tunisino, irregolare sul territorio italiano, indagato per tentato omicidio aggravato.

Il fatto

L'episodio si è consumato intorno alle ore 6.30 dello scorso giovedì 4 marzo. L’operatore della Centrale Operativa Carabinieri di Imola aveva ricevuto la telefonata di un uomo che faceva fatica a parlare perché riferiva di essere stato accoltellato e di trovarsi davanti a un supermercato, in via 1 Maggio. Appresa la notizia, i Carabinieri si sono recati sul posto trovando l'uomo a terra, accanto a una pozza di sangue, ferito all’addome. Prima di perdere i sensi e di essere trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Bologna, il malcapitato, identificato in un 35enne tunisino, ha raccontato di essere stato accoltellato da uno sconosciuto che si era presentato davanti al suo portone di casa, chiedendo di aprirgli.

Sottoposto a un delicato intervento chirurgico, il 35enne è stato salvato dai sanitari e giudicato guaribile in trenta giorni.

Le indagini

Le indagini, coordinate dalla dr.ssa Gabriella Maria Tavano della Procura della Repubblica di Bologna, hanno consentito di rintracciare l’autore dell’efferato delitto, soltanto 36 ore dopo, all’interno di uno stabile in disuso situato in via Cesena a Imola, in compagna della fidanzata. Identificato,il 26enne ha ammesso le proprie responsabilità, dicendo di aver agito per vendicarsi delle molestie  che, a suo dire, il 35enne avrebbe rivolto la sera precedente alla sua fidanzata, importunato davanti a un negozio del centro cittadino.

Il 26enne, fermato per tentato omicidio aggravato, è stato sottoposto alla custodia cautelare in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento