Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Borgo Panigale / Via Marco Emilio Lepido

Violenza sui bus, controllore accoltellato. Tper lancia l'allarme: già 80 aggressioni da inizio anno

Sarebbe solo l'ultimo dei tanti "episodi che avvengono ai danni dei verificatori di titoli di viaggio". Prova ne sarebbe il fiume di denunce sporte per eventi a loro danno: 143 nel 2013, già circa 80 per l'anno in corso

Quanto accaduto ieri ad un controllore in servizio sul bus 87 - accoltellato da un passeggero all'altezza di via Lepido - è "un fatto gravissimo e rappresenta solo uno degli episodi che avvengono ai danni dei verificatori di titoli di viaggio. Aggressioni di cui sono vittime i verificatori nell’adempimento di un lavoro difficile, delicato e complesso, svolto a contatto con le persone e nell’interesse di tutti". Così Tper interviene sul fatto, rimarcando il proliferare di eventi di violenza a bordo dei mezzi pubblici.

Prova ne sarebbero le denunce che i verificatori di Tper  -e della ditta che opera a supporto nei periodi di potenziamento - hanno sporto per eventi a loro danno: tra querele e denunce d’ufficio, sono state ben 143 nel solo anno 2013. Nel corso del 2014 se ne contano già circa 80.

"CONTROLLORI VISTI COME NEMICI". A tutti i verificatori che operano pr Tper - tiene a sottolineare una nota della società di trasporti - "è somministrata un’adeguata formazione che comprende, oltre alle regole di condotta, anche elementi utili alla “gestione del conflitto” nei rapporti con il pubblico e alle dinamiche più frequenti che si verificano sui bus". La professionalità dei verificatori "è riconosciuta dalla gran parte dei passeggeri dei bus, oltre che dall’Azienda, e il loro lavoro è sostenuto ed apprezzato da chi ha a cuore l’equità contributiva per il mantenimento di un servizio di trasporto pubblico che è essenziale per la mobilità dei territori". Purtroppo, però, aggiunge Tper, "ancora molte persone vedono nel verificatore un nemico da affrontare e non – come invece dovrebbe essere – un lavoratore da rispettare e da agevolare nel suo compito quotidiano". In relazione all’episodio di ieri, che poteva avere conseguenze ancor più serie, Tper "esprime la propria vicinanza e solidarietà al verificatore e confida che gli inquirenti assicurino alla giustizia l’autore di un gesto tanto grave quanto vile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sui bus, controllore accoltellato. Tper lancia l'allarme: già 80 aggressioni da inizio anno

BolognaToday è in caricamento