Accoltellato al parco: c'è un fermo per tentato omicidio

Il fatto accaduto in un parco di notte: l'uomo fermato da alcuni connazionali prima dell'irreparabile. In carcere il presunto autore, un 50enne

E' finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio G.L., 50 anni, cittadino georgiano, prelevato nella giornata di ieri dalla squadra mobile di Bolgona dopo mesi di indagini.

Il provvedimento, disposto dal Gip Domenico Panza, su richiesta del sostituto procuratore Antonello Gustapane, è riferito a un accoltellamento, avvenuto nella notte tra il 13 e il 14 maggio nei confronti di un suo connazionale.

La vittima, secondo quanto ricostruito dalla Mobile, si trovava all’interno del parco “Europa unita” in compagnia della propria fidanzata. A quel punto è stato avvicinato dal suo aggressore il quale, dopo aver insistito nel volersi fermare in loro compagnia, ha iniziato una discussione con il connazionale. Purtroppo la discussione è finita nel peggiore dei modi.

Difatti il 50enne, dopo essersi allontanato per alcuni minuti, è tornato nel luogo in cui sostava la coppia armato di un coltello e ha colpito la vittima all’altezza dell’addome. Soltanto l’intervento di altri connazionali, che sono accorsi poiché allertati dalle grida di aiuto, ha evitato conseguenze ancora peggiori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’indagine, condotta dalla sezione reati contro la persona della Squadra Mobile è stata avviata immediatamente e, grazie alla comparazione degli elementi raccolti nel corso delle indagini con le varie dichiarazioni dei testimoni, all’approfondita analisi dei tabulati telefonici e alla lunga visione delle immagini immortalate dalle telecamere presenti nella zona, che avevano ripreso interamente la violenta scena, è stato possibile fornire all’autorità giudiziaria le prove necessarie all’emissione del provvedimento restrittivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Covid, 3 studenti positivi a Castello D’Argile e a Bologna: coinvolte 49 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento