Cronaca

Addetto alla Security sorprende ladro in negozio: allerta i Carabinieri, ma finisce nei guai

Sotto lo 'schiaffo' dei miliari è finito così l'addetto alla sicurezza di un negozio di abbigliamento, non in regola con il permesso di soggiorno e già gravato da un decreto di espulsione dal territorio nazionale. Denunciato anche il suo datore di lavoro

L'addetto alla sicurezza di un negozio di abbigliamento ha pizzicato un ladro in azione, ha quindi allertato i Carabinieri, che - una volta giunti sul posto - non sono riusciti a bloccare il predatore, datosi alla fuga. In compenso, i militari hanno denunciato il richiedente aiuto e il suo datore di lavoro.

E' accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 16, quando la Centrale Operativa dell’Arma ha ricevuto la segnalazione di un addetto alla sicurezza di un centro commerciale di Bologna che riferiva di aver visto un presunto ladro aggirarsi per le corsie del supermercato. Una pattuglia del Nucleo Radiomobile Carabinieri si è recata sul luogo per un controllo, del predatore non c'erano più tracce. A finire sotto la lente degli inquirenti è stata la stessa persona che aveva chiamato il 112, in quanto non in regola con il permesso di soggiorno. Si tratta di un senegalese di 39 anni, con precedenti di polizia, gravato da un decreto di espulsione dal territorio nazionale che la Questura di Milano gli aveva notificato nel 2012.

A finire nei guai non è stato soltanto il senegalese, denunciato per inottemperanza al provvedimento di espulsione, ma anche il suo “datore di lavoro”, un 42enne italiano con precedenti di polizia. Quest’ultimo, titolare di un’agenzia di sicurezza a cui si rivolgono i negozi che hanno bisogno di un servizio antitaccheggio, dovrà rispondere di occupazione di lavoratore straniero privo di permesso di soggiorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addetto alla Security sorprende ladro in negozio: allerta i Carabinieri, ma finisce nei guai

BolognaToday è in caricamento