rotate-mobile
Cronaca

"Offresi lavoro": reclutava studentesse universitarie per farle prostituire

Richieste di massaggi a luci rosse per i suoi ospiti dietro la ricerca di una donna per le pulizie: smascherato da un servizio de Il Fatto quotidiano. Sarebbe un noto commerciante di Bologna

Pubblicava degli annunci di lavoro per tenere puliti e in ordine casa e scale. Ma dietro queste offerte di lavoro si sarebbe celata una modalità di ingaggio di studentesse universitarie per fare massaggi a luci rosse a persone facoltose. Il reclutatore sarebbe un commerciante bolognese piuttosto noto. La vicenda è stata svelata dall'edizione on-line de "Il Fatto quotidiano dell'Emilia-Romagna" con articolo e un video nel quale una giornalista affronta il colloquio per l'assunzione.Della vicenda ora probabilmente si interesserà la magistratura.

SMASCHERATO GRAZIE AL SERVIZIO GIORNALISTICO. "Tutti i giornali vengono letti anche in Procura", ha detto il Procuratore aggiunto Valter Giovannini, che è anche coordinatore del gruppo di Pm che si occupano di Criminalità organizzata comune in cui rientra anche la prostituzione, facendo capire che la storia verrà valutata. I reati su cui potrebbe venire aperto un fascicolo cono induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. La prima segnalazione - viene spiegato dal Fatto - è arrivata da una studentessa universitaria: "Volevo un posto per pulire le scale, mi hanno offerto di prostituirmi. Avrei dovuto fare massaggi - così mi ha detto la persona che doveva offrirmi un lavoro".

50 EURO PER 40 MINUTI DI MASSAGGIO. "Il compenso 50 euro per quaranta minuti. Ai quali se ne sarebbero aggiunti altri, vincolati al dove mi sarei potuta spingere". Così la giornalista del Fatto ha risposto, a sua volta, all'inserzione, è stata contattata ed è andata all'appuntamento con una telecamera nascosta. "Capiamo che il signore di pulizie non ha bisogno - racconta il Fatto Quotidiano -, e quello che cerca è una ragazza da inserire nel gruppo delle frequentatrici della casa, perché possa soddisfare gli uomini che vengono a trovarlo.

"DEVI SOLO LASCIARTI TOCCARE". "E' un giro limitato a persone di assoluta fiducia, un gioco tra conoscenti: si mangia insieme, si prende il caffé e ci si conosce, tutto resta fidato. E lui sostiene di non prendere un soldo. Così dice". Nel filmato pubblicato dal Fatto parla di "un medico, un fotografo e anche il padrone di un supermercato". Al secondo appuntamento la spiegazione esplicita: "Ulteriori spiegazioni? Te l'ho detto. Fai i massaggi, ma non ci devi andare a letto per forza. Quaranta minuti e prendi fino a 100 euro, poi dipende da te. A seconda di cosa sei disposta a fare poi ti pagano loro", avrebbe detto il commerciante. "Se accetti, poi sei tranquilla per sempre. Visite mediche, spese, qualunque cosa. Ci pensiamo noi". Secondo quanto riportato nell'articolo l'uomo ha ripetuto: c'é solo da accettare di essere toccata, accarezzata e di darsi da fare per un uomo che vuole essere soddisfatto. Più di 1000 euro al mese il compenso".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Offresi lavoro": reclutava studentesse universitarie per farle prostituire

BolognaToday è in caricamento